Kyrgios eliminato dalla Rogers Cup 2019: è polemica per l’asciugamani

Il carattere «fumantino» di Nick Kyrgios è ben noto al mondo del tennis. Eppure, chi pensava che dopo la bella affermazione di Washington l’atleta australiano avesse finalmente anteposto i risultati sportivi alle polemiche, dovrà ricredersi in seguito a quanto accaduto alla Rogers Cup 2019, sesto torneo ATP Masters 1000. Il 24enne al suo debutto nella competizione è stato battuto ed eliminato al primo turno da Edmund, ma in realtà non è stata la sua sconfitta a fare notizia.

Rogers Cup 2019: programmazione Tv e favoriti

Il match è stato infatti piuttosto lineare: il punteggio finale è stato di 6-3, 6-4 per il britannico Edmund, il quale non ha dovuto nemmeno faticare più di tanto, non essendo stato chiamato a giocarsi alcuna palla-break. E così, nonostante fosse reduce dalla bella vittoria di Washington che gli aveva consentito di scalare il ranking ATP fino al 27° posto, Kyrgios si è subito imbattuto in una debacle senza appello, consumatasi in appena 67 minuti, con tanto di addio alla Rogers Cup 2019 in quel di Montreal.

Rogers Cup 2019: Kyrgios subito eliminato.

Ma il tennista australiano ha fatto parlare di sé anche e soprattutto per altro, ovvero per un’aspra polemica scattata alla fine del quinto game del primo set, quando ha litigato con il giudice di sedia per l’asciugamani che gli era stato fornito dagli organizzatori del torneo.

Kyrgios, l’asciugamani non è bianco e va su tutte le furie

Quando è andato ad effettuare la pausa prima di riprendere il match con Edmund, Nick Kyrgios ha notato un particolare che non gli è piaciuto affatto: l’asciugamani datogli in dotazione non era bianco, e su di esso campeggiava il marchio dello sponsor ufficiale della Rogers Cup 2019. L’australiano ne avrebbe voluto uno assolutamente immacolato e, forse anche condizionato dall’adrenalina della sfida in corso, non ha mancato di protestare vibratamente.

Il 24enne di Canberra ha subito chiamato in causa il giudice di sedia, accusandolo di non aver avvisato nessuno dell’accaduto via radio al fine di fargli cambiare prontamente l’accessorio da lui poco gradito. Quando il giudice gli ha fatto capire che non sarebbe potuto intervenire, il tennista, per tutta risposta, non si è affatto rassegnato e davanti al pubblico ha cominciato ad attaccare e ad inveire, costringendo di fatto l’arbitro a intervenire con un provvedimento ed una sanzione ufficiale per oscenità.

Kyrgios: scatta la polemica per l’asciugamani.

A quel punto, dopo il furioso litigio, una volta ripresa la racchetta da tennis tra le mani, Kyrgios è apparso inevitabilmente distratto e fuori concentrazione, e così non è riuscito a rimontare lo svantaggio accumulato nei confronti dell’avversario di turno, perdendo la partita nel game successivo e abbandonando la Rogers Cup 2019. Ironia della sorte, l’asciugamani completamente bianco che aveva richiesto con veemenza gli è stata consegnata dopo circa venti minuti, ma ormai per lui era troppo tardi, poiché già si era ampiamente consumata la sua uscita di scena dalla competizione canadese.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.