Kouame e Cutrone regalano la salvezza ai viola. La Fiorentina è aritmeticamente salva grazie ai tre punti contro i granata. Salvezza matematica rimandata, invece, per gli uomini di Longo che hanno un gol annullato ad Edera e un palo di Belotti da recriminare . 

Le formazioni

Fiorentina (3-4-2-1): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa (23′ st Venuti), Pulgar, Castrovilli (37′ st Ceccherini), Lirola; Ghezzal (23′ st Duncan), Ribery (37′ st Vlahovic); Kouame (12′ st Cutrone).

In panchina: Brancolini, Igor, Badelj, Sottil, Agudelo, Dalbert, Terzic. All. Iachini.

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco (17′ st Edera), Nkoulou, Bremer; De Silvestri (27′ st Ansaldi), Lukic, Meité (34′ st Rincon), Aina; Berenguer (17′ st Millico); Zaza (17′ st Verdi), Belotti.

In panchina: Ujkani, Rosati, Singo, Greco, Ghazoini, Celesia, Adopo. All. Longo.

Primo Tempo

Partono subito forte i viola che trovano il vantaggio già al 2′. Lyanco devia in rete la conclusione sporca di Kouame. L’ex Genoa crolla di fronte all’emozione e si abbandona alle lacrime. L’ivoriano non segnava dal 30 ottobre, ma viene assegnato l’autogol: 1 a 0 per la Fiorentina.

Il Torino non reagisce, ma Castrovilli e Chiesa sfiorano soltanto il raddoppio. Il primo tempo termina con i padroni di casa in vantaggio.

Secondo Tempo 

Nella ripresa si vede un altro Toro. Belotti, servito ottimamente da Berenguer, non riesce a concludere in rete dopo aver saltato Terracciano. Gli uomini di Longo iniziano a crederci. 

Al 61’ Edera segna, ma il gol è annullato per un fallo di Millico su Chiesa. Poi è Belotti ad andare vicino al gol al 74’. Il gallo colpisce un clamoroso palo di testa su cross di Ansaldi. La Fiorentina, allora, chiude la partita con Cutrone che al 75′ finalizza un contropiede lanciato dal solito Ribery su erroraccio di Ansaldi. La partita termina 2 a 0 per i padroni di casa.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20