La Francia è la super favorita del torneo Euro 2020. Se prima della gara con la Germania, la squadra di Didier Deschamps, era la grande favorita per la vittoria di questo Europeo itinerante. Ora, i bleus, con la vittoria di ieri sera sulla formazione di Löw, sono da considerarsi i veri pretendenti alla vittoria finale. Il torneo è appena incominciato: sono giuste finite le partite del primo turno della fase a gironi, ma i Campioni del Mondo in carica sembrano avere un altro passo rispetto agli avversari. La qualificazione nel girone di ferro, con Germania e Portogallo, pare già essere in tasca e la squadra di Deschamps sembra avere pochi punti deboli e molti punti di forza.

Francia super favorita del torneo Euro 2020: ai blues potrebbe uscire l’accoppiata Europeo + Mondiale

Come ad inizio millennio, per la Francia potrebbe ripetersi la storia. Nel 1998 i bleus di Aimé Jacquet vinsero i Mondiali, per poi andare a conquistare l’Europeo nel 2000, con seduto in panca Roger Lemerre. Oggi, venti anni dopo, potrebbe accadere la stessa cosa. La Francia è la super favorita del torneo: Pogba, Kanté, Mbappé, Griezmann, potrebbero bissare il successo di Russia 2018. La squadra di Didier Deschamps sembra avere pochi rivali. Lo stesso c.t. francese, sulle pagine della Gazzetta dello sport, ha rilasciato un’intervista, ammettendo che la Francia è la grande favorita del torneo: “Non sarà facile vince l’Europeo, ma con Benzema siamo ancora più forti rispetto alla squadra che ha vinto il Mondiale tre anni fa in Russia”. Didì Deschamps ha inoltre aggiunto: “Siamo coscienti dei nostri mezzi, abbiamo giocatori di altissimo livello, ma non bisogna pensare che le partite si vincano prima di scendere in campo. Non abbiamo timore di fallire, nel calcio però serve forza mentale, concentrazione, aggressività, determinazione”.

Nella prima gara contro la Germania, la Francia ha già dimostrato di avere tutti i requisiti chiesti dal suo c.t. Didì Deschamps. Il motore della sua Francia pare già potente. I bleus hanno di fatto surclassato i tedeschi sul piano del gioco e della resistenza fisica. La Francia ieri ha meritato la vittoria sulla Germania. Il risultato seppur di minima misura (1-0) e causato da un’autorete di Hummels, non deve ingannare sul fatto che la Francia non abbia dato prova di essere una squadra dalla grande personalità e dalla grande determinazione. Pogba, ieri, ha danzato in campo. Kanté ha corso come un mezzofondista. Mbappé quando ha messo il turbo è stato imprendibile. Griezmann si è sacrificato per la squadra. Benzema ha deliziato con alcune sue aperture…

La Francia è la super favorita del torneo: la squadra è sulla scia dei fasti di quella in cui giocava Zidane

Difficile davvero dire quale sia la Francia più forte di tutta la Storia. Quella che bissò il successo nel Mondiale 1998 e Euro 2000, era sicuramente una grande squadra. In porta c’era Barthez, in difesa c’erano Blanc e Desailly. Poi a centrocampo c’erano Djorkaeff, Deschamps e Zidane (Vieira ad Euro 2000) e in attacco Titì Henri e Trezeguet (i due però non disputarono molte partite in Francia 1998). Come avrete letto tutti grandi nomi. Se questa Francia non dovesse vincere l’Europeo, sicuramente la bilancia penderebbe per quella squadra capitanata da Zidane. Ma se mai questa Francia dovesse vincere questo torneo itinerante, sarebbe davvero difficile scegliere chi tra le due sarebbe la miglior Francia di ogni epoca: Varane, Kimpembé, Pogba, Kanté, Griezmann, Benzema, Mbappé, valgono i sopra citati Blanc, Desailly, Viera, Djorkaeff, Deschamps, Zidane, Titì Henri e Trezeguet.

Anche quella di Platini, fu una Francia immensa: un europeo nel 1984, due semifinali nei Mondiali 1982, 1986. Centrocampo fenomenale con Fernandes, Giresse, Tigana e le Roi Michel. Ma rispetto a queste due Francia, manca del titolo iridato. La Francia ora prende in eredità l’egemonia della Spagna dello scorso decennio. Quella Spagna, con il blocco del Barça, riuscì a primeggiare in Europa per quasi un decennio: due titoli continentali 2008, 2010 e Mondiale in Sudafrica 2010. Questa Francia vedremo dove riuscirà ad arrivare. Certo è che se vuole entrare di diritto nella Storia deve mietere successi: non bastano i piazzamenti, dunque è condannata a dover vincere. La squadra è giovane. I pezzi cardine sembrano avere ancora molto tempo per scorrazzare per il prato verde. In difesa ci sono Pavard, Kimpembe, Lukas Hernandez che hanno 25 anni. A centrocampo c’è Pogba che ne ha 28, poi in attacco c’è soprattutto Mbappé che di anni ne ha solo 22. Inoltre, all’orizzonte sembrano nascere nuovi campioni: Camavinga su tutti. Il centrocampista del Rennes è un 2002. Poi ci sono i Theo Hernandez, i Marcus Thuram entrambi del ’97.

Didier Deschamps insegue un record

Se mai questa Francia dovesse vincere l’Europeo, il basco di Bayonne, Didì Deschamps, classe 1968, sarebbe il primo individuo al Mondo ad aver vinto il Mondiale e il titolo continentale sia da giocatore che da allenatore. A fare l’accoppiata mondiale ci è già riuscito, così come Beckenbauer (Germania ’74 da calciatore e Italia ’90 da c.t.) e Zagalo (Mondiali Svezia ’54, Cile ’62’ da calciatore e Mexico ’70 da c.t.). Mentre per fare l’accoppiata con l’Europeo dovrebbe emulare il tedesco Berti Vogts che da calciatore, in Belgio, nel ’72, vinse il titolo continentale da calciatore, battendo la Russia (3-0). E poi da c.t. della nationalmannschaft conquistò Euro 1996, sconfiggendo in finale a Wembley la Repubblica Ceca, con il famoso golden gol di Olivier Bierhoff. La Francia è la super favorita di questo torneo continentale, per l’ex giocatore di Nantes, Marsiglia, Juve, Chelsea, il record potrebbe essere a portata di mano.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20