The trophy of the Italian Super Cup is displayed during a press conference held by Napoli's head coach on the eve of the final football match between Juventus and Napoli on December 21, 2014, in the Qatari capital Doha. AFP PHOTO / AL-WATAN DOHA / KARIM JAAFAR ==QATAR OUT== (Photo credit should read KARIM JAAFAR/AFP/Getty Images)

La Lazio si conferma bestia nera della Juventus conquistando proprio a spese dei bianconeri la quinta Supercoppa italiana della sua storia. Vittoria meritata quella dei biancocelesti che stendono i Campioni d’Italia per la seconda volta in due settimane. Apre le marcature Luiz Alberto, Dybala pareggia per i bianconeri sul finale di tempo. Nella ripresa, Lulic effettua il sorpasso e, in pieno recupero, la chiude su calcio di punizione Caicedo per il trionfo degli uomini di Inzaghi.

La Partita:

Sarri schietacsncora una volta il tridente offensivo Dybala, Ronaldo e Higuain. A centrocampo, Pjanic, Matuidi e Bentancur. In difesa, confermato Demiral al fianco di Bonucci, con Alex Sandro a sinistra e De Sciglio a destra.

Inzaghi conferma il suo classico 3-5-2: Strakosha tra i pali, Acerbi, Radu e Luiz Felipe in difesa. A centrocampo Lucas Leiva, Milinkovvic Savic, Luis Alberto, Lazzari e Lulic. In attacco, Correa e Immobile.

Primo tempo:

All’8′, Luiz Alberto mette i brividi a Szcezny con un destro che sorvola di poco la traversa. Il centrocampista biancoceleste, però, non sbaglia al 16′, piazzando di piatto una palla vagante un area. La Juve reagisce subito soprattutto con Ronaldo, ma è Dybala il più pericoloso, dapprima con un calcio di punizione dal limite che da l’illusione ottica del gol, poi ottiene il pareggio ribadendo in rete una corta respinta di Strakosha.

Secondo tempo:

Sarri decide di inserire Cuadrado per De Sciglio nel tentativo di essere più aggressivo. Di un paio di minuti di soggezione, la Lazio torna a macinare gioco con manovre ficcantinche impensieriscono la difesa bianconera. Al 76′, Lulic porta in vantaggio i suoi con una splendida girata al volo. La Juve non ci sta e cercavo tutti i modi il pareggio, ma viene punito a tempo scaduto da Caicedo che, appena subentrato a Immobile, pesca il jolly su calcio di punizione dal limite suggellando il trionfo per i suoi.

Il Tabellino:

JUVENTUS(4-3-1-2): Szcezny, Alex Sandro, Bonucci, Demiral, De Sciglio, Pjanic, Bentancur, Matuidi, Dybala, Ronaldo Higuain. All. Maurizio Sarri

LAZIO(3-5-2) Strakosha, Radu, Acerbi, Luiz Felipe, Lazzari, Lucas Leiva, Milinkovvic Savic, Luiz Alberto, Lulic, Correa, Immobile. All. Simone Inzaghi

Arbitro: Calvarese (Arezzo)

Marcatori: 15’pt Luiz Alberto(L), 45’pt Dybala(J), 76’st Lulic (L), 91’st Caicedo(L)

Recupero: 1’pt, 3’st

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.