nascar ty gibbs

Bentornati al nostro appuntamento settimanale dedicato all’automobilismo USA. Siamo reduci dallo spettacolare weekend sullo stradale di Daytona, che nella Cup Series ci ha regalato un vincitore a sorpresa del calibro di Christopher Bell. Ma anche la serie cadetta della NASCAR, la XFinity, ci regala delle sorprese, come quella di Ty Gibbs. Chi è costui? Lo scopriremo tra un attimo.


NASCAR Daytona: Bell re del Road Course


Chi è Ty Gibbs, vincitore della gara NASCAR XFinity a Daytona?

E con questo introduciamo la parte dedicata alle due serie di supporto alla Cup Series. La gara della XFinity è a dir poco selvaggia, con ben due overtime necessari per decretare il vincitore. Che nemmeno ti aspetti: Ty Gibbs, alla sua primissima gara nella categoria, batte il campione in carica Austin Cindric e sale in Victory Lane. A soli 18 anni, il nipote di Joe Gibbs (che è anche proprietario della macchina con cui ha corso) è il più giovane trionfatore della storia, ed eguaglia nomi pesanti come Dale Earnhardt sr e Kurt Busch nell’albo d’oro dei piloti vittoriosi alla prima presenza. Gibbs jr correrà altre gare della XFinity nel corso della stagione.

Nella Truck Series, per decidere il vincitore occorrono ben tre overtime. Ancora una volta è Ben Rhodes a spuntarla, battendo il campione in carica della serie Sheldon Creed. Il tutto alla fine di una gara infernale, svoltasi in notturna e per di più sotto la pioggia! Non a caso, è il festival degli errori…

Las Vegas con il pubblico

Tra due settimane il circo della NASCAR approderà al Las Vegas Motor Speedway, ma con un dubbio. L’impianto potrà accogliere spettatori? La decisione spetta allo stato del Nevada, il quale deve fare i conti con i dati dell’epidemia. Il nulla osta del governatore dello Stato è arrivato il 20 febbraio scorso, quindi via libera all’apertura delle tribune per il weekend del 5, 6 e 7 marzo. Su richiesta dell’autodromo, le tribune saranno riempite fino ad un massimo del 20%.

Nuovi team per Toyota?

Si parla anche di futuro. David Wilson, responsabile del programma NASCAR di Toyota, ha confidato di essere a colloquio con due team owner che hanno mostrato interesse nell’entrare nella serie. Secondo Wilson, a convincere questi due proprietari è stata l’introduzione della Next Gen Car, che nel 2022 farà l’esordio in pista. L’impiego di componenti comuni abbasserà i costi, invogliando nuovi partecipanti. Ma chi sono questi potenziali nuovi arrivi? Wilson non si è sbilanciato, limitandosi a dire che i nuovi team sono “ben finanziati” e “credibili“.

A proposito di Ty Gibbs e di vincitori della NASCAR

Torniamo all’inizio. Oltre a Ty Gibbs, un altro vincitore può dire di essere al settimo cielo. Stiamo parlando di Michael McDowell, che due settimane fa si è portato a casa la gara delle gare, la Daytona 500. Un successo che vale molto per lui ed il suo team, il Front Row Motorsports. Al pilota consegna fama e prestigio, e la garanzia di una lunga carriera. per il team si tratta di un bel colpo, perché porterà nelle loro casse un bel po’ di soldi. Secondo il Charter System, ogni team riceve un compenso per ogni gara, in base ai risultati. La vittoria della Daytona 500, secondo alcune stime, frutterà alla squadra un milione di dollari, più altri 1.6 milioni nel corso dei prossimi tre anni.


Daytona 500: McDowell re della lunga notte della domenica sera


Due notizie in breve

Concludiamo il nostro notiziario con due flash. Il primo riguarda la Goddyear, la quale ha annunciato l’acquisizione della Cooper Tires per rafforzare la presenza sul mercato nel settore dei pick up e dei SUV. Non sappiamo se coinvolgerà anche il settore corse. Il secondo flash riguarda Chip Ganassi, il quale è stato sanzionato per violazione del protocollo anti COVID. Durante la gara di Daytona, il team owner avrebbe fatto entrare una persona non indispensabile, contravvenendo al regolamento sulla “bolla”. Risultato: 30 mila dollari di multa, ed esclusione dal paddock nella prossima gara di Homestead. Al suo team verrà comunque consentito di partecipare.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20