Naomi Osaka secondo la rivista ‘Forbes’ è diventata l’atleta femminile più pagata al mondo. La tennista giapponese avrebbe guadagnato 30,7 milioni di sterline in premi e sponsorizzazioni negli ultimi 12 mesi. Toglie lo scettro ad un’altra tennista, la rivale statunitense Serena Williams che era precedentemente in cima alla lista. Naomi Osaka, 22 anni, padre haitiano e madre giapponese che ha vinto due volte il Grande Slam ha messo nel suo paniere ben 1,15 milioni di sterline in più rispetto all’importo guadagnato dalla 38enne Serena Williams. Entrambe hanno infranto il precedente record di utili in un anno di 24,4 milioni di sterline che era stato stabilito nel 2015 dalla russa Maria Sharapova.

Il monitoraggio del reddito delle atlete è iniziato nel 1990 sulla rivista Forbes. Da quella data, ogni anno in cima alla lista troviamo giocatori di tennis. Osaka occupa il 29° posto della lista tra i 100 atleti più pagati al mondo nel 2020. Più giù di 4 posizioni la Williams già vincitrice 23 volte del Grande Slam. Era dal 2016 che non c’erano due donne insieme ed in contemporanea nella lista, secondo quanto afferma la stessa rivista. L’anno successivo, il 2019, è quello della vittoria degli Australian Open. Dopo quel momento però la sua forma ha subito un progressivo calo che l’ha portata a perdere la testa della classifica WTA e scendere fin giù alla decima.

Calcio femminile, il Consiglio Federale deciderà se si torna a giocare

L’emergenza sanitaria mondiale da Covid-19, come ormai noto, ha costretto gli organizzatori delle Olimpiadi di Tokio 2020 a rinviare la manifestazione all’anno successivo. Questo non dovrebbe incidere però sulla popolarità di Osaka in terra giapponese. Nel periodo precedente all’arrivo della pandemia, intorno alla figura della tennista si erano mossi marchi famosissimi come Nike, Nissan e Yonex. Al di là del suo stato di forma, sarà sicuramente ancora lei l’atleta di punta per il Giappone, intorno alla sua figura continueranno a girare marketing e circo mediatico in vista dei Giochi Olimpici.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20