Laver Cup
Laver Cup 2019: Foto via Twitter @Lavercup
Dopo esser stato in vantaggio nella giornata conclusiva, il Team World cede sul più bello. Federer e Zverev regalano il terzo successo al Team Europe

Laver Cup, Ginevra 2019 – Cemento al coperto

Team Europe b. Team World 13-11

Per il terzo anno di fila la Laver Cup viene sollevata al cielo dal Team Europe, che nella giornata conclusiva rimonta in maniera decisiva il Team World. 13-11 il punteggio finale in favore degli europei, che mai come quest’anno hanno dovuto sudare sette camicie per aver la meglio sugli avversari.

L’uomo copertina non può che essere Roger Federer, che dopo i successi a Praga e Chicago trionfa anche nella sua Ginevra. Superfluo dire che la stragrande maggioranza dei paganti fosse lì per lui, come è superfluo dire anche che il fenomeno elvetico non abbia tradito le attese.

Infatti nella mattinata di ieri il destino era nelle sue mani: il suo team era sotto 7-11, con il Team World trascinato al sorpasso dal trio a stelle e strisce Isner-Sock-Fritz, apparsi in una condizione super.

Ormai ad un’ultima spiaggia, Roger ha prolungato la contesa con una solida prestazione, sconfiggendo il gigante americano Isner per 6-4, 7-6(3).

Federer si dimostra ancora una volta un cecchino in questa competizione – non ha mai perso un incontro in singolare – nonostante la buona partita di Isner.

In un’atmosfera fantastica – gran merito va al pubblico di Ginevra – si giunge all’epilogo forse più bello, con il singolare decisivo a decretare la vittoria.

Gli spettatori ballano e cantano, i giocatori in campo e in panchina si divertono e supportano i compagni. Esibizione sì, ma c’era un agonismo in campo da far invidia agli Slam.

Unica pecca non aver assistito al Fedal in doppio, con lo spagnolo che ha dovuto alzare bandiera bianca per un problema al polso. Ma nonostante ciò, i due più grandi tennisti di tutti i tempi sono stati sempre lì a incitare e a dare consigli ai colleghi.

Nel match decisivo si sono affrontati Alexander Zverev e Milos Raonic – entrambi ex n.3 al mondo –

Il tedesco dopo un periodo decisamente no si è in parte riscattato con questa prestazione. Concentrato, tonico, aggressivo: Sasha non ha fallito l’ultimo appuntamento di questa edizione 2019 della Laver Cup.

La partita si è risolta al super tie-break, con Zverev che si è imposto per 6-4, 3-6, 10-4 regalando così come a Chicago il terzo titolo della competizione a squadre dedicata alla leggenda australiana Rod Laver al Team EuropeFederer, Nadal, Thiem, Fognini, Tsitsipas, Bautista Agut e il capitano Borg

L’ex tennista svedese vince ancora una volta il confronto come condottiero con l’amico/rivale John McEnroe. ‘Borg mi ha battuto ancora una volta‘, ha scherzato l’americano durante la premiazione.

Grande festa e commozione sul palco alla consegna del trofeo per il Team Europe. Una tre giorni di tennis bellissima, che ha saputo amalgamare alla perfezione leggende del tennis del passato e del presente.

Già scelta la sede per l’edizione del 2020: si torna in casa del Team World, precisamente al TD Garden di Boston.

Il tabellone finale della Laver Cup 2019

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.