lazio-brescia 2-0

Lazio-Brescia 2-0 i biancocelesti battono il Brescia grazie alle reti di Correa e Ciro (ad un gol dal record di Higuain). Inzaghi spera ancora nel secondo posto

Lazio-Brescia 2-0 | 37.esima giornata Serie A 2019/2020

La Lazio supera in casa per 2-0 il Brescia e resta in corsa per il secondo posto. I biancocelesti centrano la terza vittoria consecutiva e si portano al terzo posto in coabitazione con l’Atalanta (in vantaggio negli scontri diretti) e a -1 dall’Inter. La gara odierna è decisa dalle reti di Correa (17′) e Immobile (83′) che si porta a quota 35 nella classifica marcatori. Il bomber di Torre Annunziata supera così Robert Lewandowski ipotecando la Scarpa d’Oro. In più il 9 della Lazio è ad una sola rete dal record di Higuain in Serie A.

LA PARTITA

La squadra di Simone Inzaghi parte sul velluto, anche se la miglior occasione nella fase iniziale capita all’attaccante ospite Torregrossa. Nonostante sia già condannato alla Serie B, il Brescia crea grossi grattacapi nei primi minuti soprattutto con le verticalizzazioni improvvise. Il fortino lombardo dura però diciassette minuti, quelli necessari all’argentino Correa per trovare l’1-0. El Tucu è bravo a dialogare con Immobile in area di rigore e a battere il portiere Andrenacci con un gran tiro a giro.

Allo scoccare della mezz’ora Jony si divora il raddoppio: lo spagnolo viene servito in profondità dal connazionale Luis Alberto ma da buona posizione manda fuori. La gara ora è bella, con molte azioni pericolose da ambo le parti. Zmrhal va vicino al colpo del pareggio con un tiro dai 25 metri, poi è Immobile a sfiorare il 2-0 ma ancora Andrenacci salva alla grande.

Il portiere delle Rondinelle è protagonista anche nella ripresa, quando con due super interventi nega la segnatura a Milinkovic-Savic prima e poi ancora al capocannoniere del campionato. La porta bresciana sembra stregata per Ciro, che però spezza la maledizione a 8′ dal termine, quando capitalizza un assist di Correa per il doppio vantaggio. Per l’attaccante azzurro sono ora 35 in campionato, ad una sola lunghezza dal primato all time di Gonzalo Higuain del 2015/2016. Salvo exploit di Cristiano Ronaldo negli ultimi 90′, anche per la Scarpa d’Oro sembra ormai fatta.

Lazio-Brescia si conclude con un altro paio di occasioni per i biancocelesti, che non trovano il tris solo per la bravura del portiere avversario, attento su Parolo e Adekanye. L’estremo difensore bresciano (oggi sostituiva il titolare Joronen) è poi fortunato quando Luis Alberto e Immobile centrano rispettivamente la traversa e il palo.

I ragazzi di Simone Inzaghi continuano quindi ad inseguire il secondo posto (Atalanta e Inter permettendo) ma sabato sera il Napoli non regalerà nulla. Le aquile dovranno per forza di cose affidarsi al loro re, il quale proverà proprio al San Paolo a strappare il record al ‘Pipita’.

LAZIO-BRESCIA 2-0 | TABELLINO

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Luiz Felipe (39′ st Vavro), Acerbi (42′ st Bastos); Lazzari (11′ st Marusic), Milinkovic, Parolo, Luis Alberto, Jony (11′ st Lukaku); Correa (39′ st Adekanye), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Armini, Cataldi, D. Anderson, A. Anderson, Moro. All.: Inzaghi.

BRESCIA (4-4-2): Andrenacci; Sabelli, Gastaldello (32′ st Semprini), Papetti, Mateju; Zmrhal, Tonali, Viviani, Spalek; Tooregrossa, Ayè (43′ st Ndoj). A disp.: Alfonso, Chancellor, Cistana, Ghezzi, Mangraviti. All.: Lopez.

MARCATORI: 17′ pt Correa (L), 37′ st Immobile (L)

ARBITRO: Massimi di Termoli.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20