Lazio: per l’Europa non è detta l’ultima

Con un gol per tempo, la Lazio espugna il Sardegna Arena e, conquista 3 punti importanti in fase qualificazione Europa League.

(di Marco Tulli) – Gara 36 del campionato di Serie A, alle 18 hanno giocato un Cagliari ormai salvo e una Lazio alla rincorsa per un posto in Europa. Grazie ad un ritrovato Luis Alberto e, ad una buona prova complessiva della squadra nonostante diverse assenze importanti, tra le quali quella di Immobile e Strakosha, la Lazio espugna il Sardegna Arena per 1a2.

PRIMO TEMPO:

Un inizio di gara importante per la Lazio che, con una buona combinazione tra Caicedo e Correa sfiora al quarto minuto di gioco il vantaggio. Proprio l’ecuadoregno ormai protagonista nelle ultime gare di campionato dei biancoazzurri, dopo uno scambio con il compagno tenta un pallonetto su Cragno, con il pallone che esce di poco alto. Lazio che insiste e al minuto 21′, è un ottimo Cragno a sventare il vantaggio dei capitolini su un’ottima conclusione di Luis Alberto che, dopo aver saltato due uomini calcia verso l’angolino basso.

Pavoletti e Radu in un'azione di gioco. Lazio: per l'Europa non è detta l'ultima
Azione di gioco con Pavoletti e Radu

Al minuto 28′ è ancora Luis Alberto a provarci stavolta da dentro l’area dove, controlla il pallone e calcia di pochissimo alto. La Lazio continua il primo tempo con un pressing asfissiante alla ricerca del gol del vantaggio, vantaggio che al minuto 32′ arriva. Un assist perfetto di Marusic per il solito Luis Alberto che dal dischetto non sbaglia, di piatto batte in controtempo, Cragno e fa 0a1.

A pochi minuti dalla fine del primo tempo, anche il Cagliari sembra provarci con Cigarini che lascia partire un buon tiro dal limite con il pallone però che, esce a lato della porta difesa da Proto.

SECONDO TEMPO:

Cigarini come ha chiuso il primo tempo per il Cagliari, con una conclusione verso la porta di Proto riapre il secondo tempo. Stavolta il tiro è nello specchio, ma un attento Proto blocca la sfera indirizzata nell’angolo basso. Ecco però la Lazio farsi di nuovo avanti e, al minuto 53′, trovare il raddoppio con Joaquin Correa. Un ottimo assist di Luis Alberto all’altezza della metà campo per Correa che si invola verso l’area avversaria e lascia partire un rasoterra in diagonale che fulmina Cragno e porta la Lazio in doppio vantaggio. 0a2 per gli ospiti.

Esultanza dei giocatori laziali per lo 0a2 firmato Correa. Lazio: per l'Europa non è detta l'ultima
Correa festeggiato dai compagni L. Alberto e Caicedo dopo il gol dello 0a2

Il Cagliari al minuto 72′, ha l’occasione di rientrare in partita. Deiola approfitta di una dormita collettiva della retroguardia laziale e, calcia da pochi passi, sulla sua strada un attentissimo Proto a negargli la gioa del gol. Tanto Cagliari in questa fase di gioco, il volto della squadra è cambiato dall’ingresso in campo del numero 29 di nazionalità argentina. Cagliari ancora vicino al gol che avrebbe accorciato le distanze. Al minuto 77′ è Barella che cicca il pallone all’interno dell’area piccola rendendo l’intervento di Proto semplicissimo.

Il Cagliari accorcia le distanze con un gol di testa di Pavoletti. Lazio: per l'Europa non è detta l'ultima
Colpo di testa di Pavoletti che nel recupero fa 1a2

Cagliari che rientra in partita troppo tardi ormai. Un ottimo Castro al minuto 90+1, regala un assist perfetto che Pavoletti di testa sfrutta al meglio e batte un Proto impeccabile fino a quel momento. A 4′ minuti dal termine, il Cagliari ha accorciato le distanze. Un gol per sperare, speranza che al minuto 95′, viene definitivamente abbandonata quando l’arbitro Fabbri siglia con il triplice fischio la fine del match.

TABELLINO:

Cagliari (4-3-1-2): Cragno, Cacciatore, Romagna, Klavan, Pellegrini, Deiola, Cigarini (Bradaric 57′), Padoin (Cerri 57′), Barella, Pavoletti, Joao Pedro (Castro 78′).

Lazio (3-5-2): Proto, Luiz Felipe, Acerbi, Radu (Bastos 74′), Marusic, Parolo, Badelj (Cataldi 62′), Luis Alberto (Immobile 84′), Lulic, Correa, Caicedo.

Marcatori: Luis Alberto 31′(LAZ), Correa 53′(LAZ), Pavoletti 90+1(CAG)

Ammoniti: Radu 14′(LAZ), Badelj 26′(LAZ), Proto 64′(LAZ), Barella 85′ (CAG), Cacciatore 90+4 (CAG), Luiz Felipe 90+4 (LAZ).

Espulsi:

Recupero: 1Pt, 5’St.

Arbitro: Michael Fabbri sezione di Ravenna

Stadio: Sardegna Arena

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.