nascar tv

Bentornati al notiziario settimanale della NASCAR, il cui argomento principale in questa puntata è la TV. In questi giorni sta tenendo banco il tema dei diritti, soprattutto dopo la prima diretta della SRX Series, il campionato all star organizzato da Tony Stewart e Ray Evernham. E poi: le prossime regole sui superspeedway, il mercato piloti e alcuni flash per un piatto ricco e variegato. Ok, cominciamo!

NASCAR: un nuovo competitor per i diritti TV?

Nel corso della settimana della All Star race ha debuttato la nuova SRX Series, la categoria stock car riservata alle celebrità. Sullo short track di Stafford in Connecticut l’idolo di casa Doug Coby ha battuto il veterano Greg Biffle e il co fondatore della serie Tony Stewart. Alla gara hanno partecipato leggende come Bill Elliott, Willy T. Ribbs ed il fresco vincitore di Indianapolis Helio Castroneves. L’evento è stato trasmesso in diretta dalla CBS, che ritorna nel motorsport dopo una lunga assenza. Questo fatto ha dato addito a speculazioni su un possibile rientro in grande stile del network nel mondo delle corse. Tuttavia la rete ha smentito ogni cosa, sostenendo che i suoi palinsesti sono troppo pieni, e non riuscirebbero a seguire tutto. La NASCAR ridiscuterà dei contratti TV nel 2024, anno della scadenza. Attualmente i partner sono FOX e NBC, che si dividono la stagione. La prima ha terminato i suoi doveri per il 2021 con la All Star Race: adesso tocca alla NBC, la cui prima diretta è questo weekend al Nashville Superspeeway.


NASCAR All-Star Race: Larson il milionario


A proposito di NASCAR e di TV

Rimanendo sul tema, circola la voce che Jeff Gordon potrebbe abbandonare la cabina di commento della FOX. Il quattro volte iridato ha commentato la prima parte di stagione, insieme all’ex collega Clint Bowyer ed al veterano del broadcasting Mike Joy. Gordon è anche azionista della Hendrick Motorsports, la squadra per cui ha vinto tutto come pilota. Alcuni rumors raccontato di un Gordon che vorrebbe essere più coinvolto nella gestione del team, rinunciando al microfono. Al momento, però, sono solo voci. la FOX annuncerà la squadra di commento 2022 solo a fine stagione, o in prossimità dell’inizio della prossima.

Nuove regole per i superspeedway

Il 28 agosto, la NASCAR tornerà a Daytona per la 400 miglia di fine estate. Ma nella memoria di tutti c’è ancora il pauroso volo di Joey Logano a Talladega, lo scorso maggio. Per ovviare al problema la federazione ha annunciato alcune novità nel pacchetto tecnico delle vetture. In primis, i motori dovranno montare una flangiatura più stretta, da 23 a 20 mm. Verrà imposto l’uso di una barra rinforzata vicino alle ruote posteriori, e verrà rimosso il nolder sullo spoiler posteriore. L’obiettivo è di ridurre le velocità delle vetture ma soprattutto le turbolenze aerodinamiche, le quali sono all’origine del volo della Ford numero 22.

Silly season

Tiene ancora banco il mercato piloti. Alla vigilia della All Star Race, Roger Penske ha risposto (o meglio, non ha risposto) alle domande sul possibile trasferimento di Brad Keselowski al Roush Fenway Racing. In tale occasione, “The Capitain” si è limitato a dire che il pilota 37enne è sotto contratto con lui fino a fine anno, e che non può aggiungere altro. Altro protagonista del mercato è Kurt Busch, il quale ha chiarito la sua posizione in merito ai rumors sul suo conto. Tali voci lo vorrebbero al 23XI Racing, assieme a Bubba Wallace, ma l’iridato 2004 ha glissato, sostenendo di essere libero e di voler prima discutere con Ganassi del suo futuro.

Altre notizie in breve sulla NASCAR

Cody Ware salterà la gara di questo fine settimana a Nashville, per provare la Indycar. Il figlio del boss Rick Ware correrà con il Dale Coyne Racing a Road America, al fianco di Romain Grosjean e di Ed Jones. Ware Sr è socio di Coyne nella gestione della vettura ex Haas.

Roger Penske ha dichiarato in un’intervista che Bobby Rahal, assieme alla catena di supermercati HyVee, sarebbero interessati ad acquistare l’Iowa Speedway. Il piccolo ovale di Newton appartiene alla ISC, la quale ha chiuso l’impianto a causa delle perdite economiche. Il passaggio di proprietà potrebbe riportare la IndyCar su quella pista, ma anche la NASCAR sarebbe benvenuta. Fino al 2019, l’ovalino progettato da Rusty Wallace è stato tappa fissa delle serie Truck e XFinity.

La Gibson realizzerà una chitarra in esemplare unico, che sarà consegnata al vincitore della gara di Nashville. Chi conquisterà la Ally 400 si poterà a casa un vero gioiello della musica mondiale, realizzato dalla più famosa fabbrica specializzata. Si tratta del ripristino di una tradizione, iniziata nel 2001, di premiare il pilota migliore con la chitarra più bella.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20