Gli Azzurri di Mancini, con un secco 0-3, che arriva tutto nel primo tempo, vincono e si mantengono in testa al gruppo J, a punteggio pieno.

I padroni di casa si presentano con diversi giocatori fuori ruolo, come il centrocampista Zeca, oggi schierato in posizione di terzino. Gli ellenici iniziano la gara senza spingersi troppo in avanti e coprendo le fiammate azzurre. Ma, dopo il vantaggio di Barella, gli spazi nella retroguardia dei padroni di casa si aprono e l’Italia può dilagare. Gli azzurrobianchi sono sembrati frastornati dal gioco azzurro e, esclusa qualche fiammata di Fortounis, non hanno creato particolari problemi alla difesa azzurra.

Mancini schiera dal primo minuto Insigne, che ripaga la fiducia del CT con un goal e una grande prestazione. Giocano bene e convincono anche gli altri titolari, capaci di chiudere la partita nel primo tempo, e i subentranti. La partenza nel secondo tempo è altrettanto buona, ma poi gli azzurri si accontentano di amministrare il gioco, con qualche imprecisione, che favorisce le ripartenze avversarie. Tuttavia, la rete rimane inviolata, per la terza volta in queste qualificazioni e per la sesta partita consecutiva, e la sconfitta di oggi della Bosnia permette agli azzurri di staccare le inseguitrici.

FORMAZIONI

GRECIA 4-1-4-1

Barkas

Stafylidis, Manolas, Sokratis, Zeca

Siovas

Masouras, Samaris, Kourmpelis, Kolovos

Fortounis

All. Anastasiadis

A disposizione: Durmishaj, Mavrias, Paschalakis, Vlachodimos, Kotsiras, Valerianos, Siopis, Koutris, Pelkas, Mandalos, Koulouris, Bakasetas

ITALIA 4-3-3

Sirigu

Emerson, Chiellini, Bonucci, Florenzi

Verratti, Jorginho, Barella

Insigne, Belotti, Chiesa

All. Mancini

A disposizione: Quagliarella, Pavoletti, Romagnoli, De Sciglio, Pellegrini, Mancini, Bernardeschi, Gollini, Sensi, Cragno, Kean, Cristante

PRIMO TEMPO

L’Italia parte forte, cercando gli scambi veloci e il bel gioco, che ha contraddistinto, sin qui, le partite sotto la gestione Mancini. Come al 4′, quando Insigne mette un bel filtrante per Belotti. Zeca è bravo a chiudere la diagonale e stoppa il tiro del Gallo. Al 16′ si vede la Grecia, nella metacampo azzurra. Siovas controlla di petto, al limite, e prova la conclusione al volo. Il tiro è centrale e viene bloccato da Sirigu. Al 23′ l’Italia riesce a scardinare la difesa dei padroni di casa. Belotti riceve, sull’out di sinistra, punta Manolas e lo salta e poi mette il pallone all’altezza dl dischetto, dove si inserisce Barella. Il centrocampista del Cagliari ha la porta spalancata e non sbaglia.

La Grecia, che fino al goal azzurro sembrava ben organizzata in difesa, inizia a concedere troppi spazi e l’Italia li sfrutta. Barella recupera palla nella metacampo azzurra e fa ripartire l’azione. Appena dopo il centrocampo, appoggia a Chiesa, che vede il movimento di Insigne, sulla sinistra, e lo serve con un bel cambio di gioco rasoterra. Insigne salta Samaris, entra in area e fredda Barkas con una delle sue classiche conclusioni a giro. Al 29′ l’Italia passa avanti 0-2.

Insigne fa 0-2 con una delle sue classiche conclusioni a giro

Al 33′ arriva anche lo 0-3. L’azione si sviluppa sempre da sinistra, punto debole della difesa greca. Emerson riceve su un calcio d’angolo battuto corto e mette il pallone a centro area, verso la testa di Bonucci. Il centrale bianconero brucia Sokratis e, di testa, mette la sfera alle spalle dell’estremo difensore greco.

Bonucci, di testa, segna il goal dello 0-3

Al 42′ Barella ha sui piedi l’occasione per segnare la sua prima doppietta in azzuro. Verratti pesca il centrocampista del Cagliari con un bel lancio, mettendolo a tu per tu con Barkas. Barella prova lo scavetto, ma Barkas rimane in piedi e para. La sfera torna nei piedi di Barella, che appoggia di tacco al limite, dove arriva Insigne. L’esterno del Napoli calcia, ma trova ancora l’opposizione di Barkas, che, questa volta, salva i suoi.

SECONDO TEMPO

Nonostante il vantaggio, l’Italia riparte con la stessa intensità del primo tempo. Al 52′ va di nuovo alla conclusione Barella, al termine di una bella azione corale. Il tiro viene bloccato facilmente da Barkas. Gli azzurri amministrano il gioco, con i padroni di casa che sembrano frastornati. Ma, al 68′, c’è il guizzo di Fortounis, che prova il tiro al volo, dal limite, dopo una respinta della difesa azzurra. Para Sirigu e allontana. Sul successivo cross, da sinistra, Sirigu toglie il pallone dalla testa di Siovas. La sfera viene poi allontanata dalla difesa dell’Italia.

Al 70′, De Sciglio, al termine di una buona percussione sulla sinistra, si accentra e conclude. Il tiro si spegne sul fondo, non lontanissimo dal palo. Al 74′ Chiesa sfrutta gli spazi lasciati dalla difesa avversaria e serve Insigne, liberissimo sulla trequarti. L’esterno napoletano entra in area e calcia addosso a Barkas, che salva un’altra volta la porta. Al 76′ Jorginho sbaglia il retropassaggio e favorisce la ripartenza avversaria. Fortounis entra in area, ma viene murato da Bonucci. La palla arriva sui piedi di Siopis, che calcia alto. All’80’ Belotti si libera, ancora sulla sinistra, e mette il pallone a centro area, dove arriva Chiesa, che però calcia sopra la traversa, da pochi passi. All’85’ Barkas compie un grande salvataggio sul tiro, dalla trequarti, di Florenzi. Si ripete il portiere Greco, due minuti dopo, sulla conclusione, a giro, di Insigne, indirizzata nell’angolino sinistro basso.

MARCATORI: 23′ Barella, 29′ Insigne, 33′ Bonucci

SOSTITUZIONI

GRECIA: 45′ Siopis per Kourmpelis e Mavrias per Kolovos, 77′ Bakasetas per Samaris

ITALIA: 68′ De Sciglio per Emerson, 81′ Pellegrini per Verratti, 83′ Bernardeschi per Belotti

AMMONIZIONI

GRECIA: Samaris, Masouras

ITALIA: Verratti

Vedi anche:

Il pre partita di Grecia-Italia
L’amichevole di ottobre tra Italia e Ukraina
Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.