Colpo dello Spezia che alla Dacia Arena regola a domicilio l’Udinese e coglie la prima importante vittoria. Brutto tonfo invece degli uomini di Gotti che nonostante mezzora giocata in superiorità numerica incappano nella seconda sconfitta stagionale.

Il primo tempo

Gotti si affida al 2002 Palumbo nel ruolo di mezz’ala, coadiuvato sul fronte opposto da Coulibaly. La luce dell’Udinese è però sempre De Paul che ha il compito di illuminare per Lasagna e Okaka. Italiano risponde affidando le sorti offensive al bulgaro Galabinov e recupera Terzi e Maggiore in difesa. La manovra è affidata a Ricci che anche il compito di schermare De Paul. E’ proprio Ricci a sbloccare il match dopo un minuto e mezzo con un bel tiro da fuori ma il VAR lo annulla per un fuorigioco precedente. La segnalazione arbitrale da respiro all’Udinese che però fa fatica a creare. Al minuto 28, dopo un’occasione di Okaka poco prima, viene annullato un goal a Lasagna per netto fuorigioco. Si rimane sullo zero a zero ma l’equilibrio si spezza ad un quarto d’ora dalla fine quando Galabinov, su cross dalla sinistra, incorna perfettamente e porta lo Spezia in vantaggio. Senza ulteriori sussulti si va al riposo con i padroni casa meritatamente sotto.

Il secondo tempo

La ripresa riparte con Forestieri per Palumbo nell’Udinese e Bartolomei per Deiola nello Spezia. Ma i problemi per lo Spezia arrivano al minuto 56 quando l’esperto Rafael deve prendere il posto dell’infortunato Zoet. E’ il cambio che paradossalmente da la vittoria agli ospiti. Gli uomini di Italiano infatti, rimasti in 10 per l’espulsione di Terzi per doppia ammonizione, si affidano alla parate dell’ex Cagliari per mantenere il vantaggio. E’ un secondo tempo di trincea per lo Spezia. Zoet mura tutti i tentativi dell’Udinese, in particolare quelli di Lasagna e Nestorovski, subentrato a Okaka. Si arriva nel recupero e proprio Rafael si trasforma in uomo assist. Lancio lungo per Galabinov che solo davanti a Musso sigla la sua personale doppietta e chiude la gara. Al fischio finale è incontenibile la gioia di Italiano. Per lo Spezia, che domenica affronterà in trasferta il Milan, primi punti fondamentali in ottica salvezza. Gotti si deve invece interrogare a fondo. Gli zero punti in due partite non inducono certo all’ottimismo.

Il tabellino

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Samir (78′ Matos); Ter Avest, De Paul, Palumbo (55′ Forestieri), Coulibaly, Zeegelaar ( 62′ Ouwejan); Lasagna, Okaka (61′ Nestorovski). A disposizione: Nicolas, Gasparini, Prodl, Battistella, Micin. All.: Gotti

Spezia (4-3-3): Zoet (62′ Rafael); Ferrer, Chabot, Terzi, Ramos; Deiola (52′ Bartolomei), Ricci, Maggiore (66′ Pobega); Verde (66′ Farias), Galabinov, Gyasi (67′ Erlic). A disposizione:, Krapikas, Marchizza, Mora, Sala, Agoumé, Agudelo, Piccoli. All.: Italiano

Arbitro: Prontera

Marcatori: 29′ Galabinov, 95′ Galabinov

Ammoniti: Ferrer, Ramos, Terzi (S)

Espulsi: Terzi

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20