Finalmente qualche buona notizia all’orizzonte ci fa sperare che quaesto brutto periodo possa finire al più presto.

Secondo un comunicato tutta la squadra dei Los Angeles Lakers sono risultati negativi al coronavirus.

Tutti sono dovuti stare in quarantena per 14 giorni, ma ora del virus non esiste più traccia.

E sopratutto i due giocatori contagiati che sono rimasti anonimi sono risultati negativi.

IL Comunicato

Mike Trudell ha comunicato tramite Twitter che i giocatori dei Los Angeles Lakers sono appunto risultati negativi al coronavirus.

Ora si aspetta solo di poter ricominciare a giocare.

Come si è arrivati alla quarantena

Dopo che due giocatori erano risultati positivi al virus, che sono voluti rimanere nell’anonimato, la squadra è stata messa in quarantena.

Poi erano risultati positivi ben quattro giocatori del Brooklin Nets, tra cui Kevin Durant.

Proprio per questo i Los Angeles Lakers avevano testato tutti i giocatori, dopo che la squadra di New York era stata ospite allo Staples Center il 10 Marzo 2020, poche ore prima il caso di positività di Rudy Gobert.

I tamponi sono stati fatti a 14 giocatori su 17, e dopo due giorni di attesa hanno messo tutti in quarantena.

Le dichiarazioni Alex Caruso giocatore Nba dei Lakers

Alex Caruso il giocatore di Nba dei Los Angeles Lakers aveva detto durante un intervista a Espn che le persone non avevano capito la gravità della situazione, e che non si doveva prendere sottogamba la questione.

Ha continuato dicendo che se anche il test è fastidioso, bisogna farlo perchè è un male necessario.

Ha avuto ragione perche i contagiati in America sono 160.000 con quasi 3000 morti già accertati, quindi la quarantena e il tampone sono davvero dei mali necessari ai quali bisogna sottoporsi.

La salute viene prima di tutto.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20