Luka Doncic è la stella dell’intero Centro WiZink del Real Madrid, nell’articolo parleremo di questa stella, che è riuscita a conquistare il cuore dei fan.

La rivalità tra Real Madrid e Barcellona è conosciuta in tutto il mondo come una delle più folli rivalita calcistiche. Ciò che forse qualcuno non sa, e che è rovente anche nel basket.

Doncic dopo che ha disputato contro il Barcellona a dicembre 2017, è stato definito spettacolare. Addirittura è definito come il rispettivo Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, però sul campo di calcio.

A 18 anni, è già stato descritto come la prospettiva più promettente che l’Europa abbia prodotto nell’ambito del basket.

I suoi numeri in un gioco si aggirano attorno ai 16 punti, sei rimbalzi e sette assist, sono modesti per i suoi stessi standard. Ma l’equilibrio e la precisione, la fiducia dietro quel sorriso consapevole, sono segni che avrebbe presto superato l’EuroLeague.

Il potenziale dell’adolescente è illimitato. Nel giro di un anno, Doncic produce momenti simili di magia mozzafiato nell’NBA. Si è guadagnato il titolo di Rookie of the Year alla fine della sua prima stagione con i Dallas Mavericks.

Prima che la pandemia di coronavirus portasse a termine la campagna 2019-20, stava facendo una media di quasi il triplo doppio di 28,7 punti, 9,3 rimbalzi e 8,7 assist.

Ora all’età di 21 anni, è tra i migliori al mondo. Il basket è una costante nella vita di Doncic. Suo padre, Sasa ha giocato professionalmente in Slovenia, Croazia e Francia, e il suo padrino è anche un ex giocatore di basket.

Il giovane Doncic si sedeva dietro il canestro mentre suo padre giocava, intrufolandosi in campo a metà tempo per praticare il suo tiro in sospensione.

Quando Sasa Doncic entra in Olimpija nel 2007. Luka ha anche firmato per il club ed è stato inserito tra i migliori bambini della sua età nel gruppo Under 10.

Il giorno successivo Doncic è trasferito per allenarsi con la squadra Under 12 del club. Due anni dopo, quando aveva 12 anni, il suo nome già suscita sussurri.

Il basket è la sua presenza costante e dominante. Nei tornei giovanili in Slovenia e, negli Under 12 o gli Under 13 selezionati da Olimpija si avventura all’estero.

Già comodamente sopra i 6 piedi di altezza, è fisicamente prepotente. Un operatore tecnico con la palla in mano. Nonostante il suo comportamento sorridente, è fortemente competitivo.

Proprio come le sue prime esperienze a Lubiana, si ritrova rapidamente a giocare tra i bambini di tre o quattro anni più grandi di lui.

Nel 2014-15, è una stagione in cui il quindicenne Doncic, ha diviso il suo tempo tra gli under 18 di Madrid e le riserve senior.

“Ricordo che i suoi piedi erano piuttosto grandi per le sue dimensioni”

Lo scetticismo di Arlauckas fu presto cancellato e un momento in particolare lo convinse. È arrivato quando Doncic stava cominciando a comparire per la prima squadra, alla fine della stagione 2014-15, all’età di 16 anni.

“Me lo ricordo perfettamente. È stato uno scatto effettuato nel warm-up e il rimbalzo è venuto fuori. Il modo in cui è stato in grado di saltare su, afferrare la palla mentre scendeva e gocciolava dietro la schiena, da solo, fino alla mano sinistra. È qualcosa che non vedi nemmeno i migliori professionisti”.

Questo afferma Arlauckas.

Kyle Hines, due volte difensore dell’anno EuroLeague del club russo, ricorda per la prima volta di aver incontrato la forza del Madrid e di quanto velocemente gli allenatori dell’opposizione hanno imparato a rispettare le abilità del talento in costante sviluppo.

Tutti in poche parole ricordano il grande talento del basket in modo eccellente. Attualmente è davvero il miglior giocatore europeo che esiste a livello mondiale, è la vera stella eropea che brilla negli states.

Nell’articolo si cerca di raccontare le gesta di questo giovane talento che a 21 anni, ha ancora. da far parlare sul cuo conto.

Se ti piace l’articolo leggi anche: Chi è Nancy Lieberman, la donna delle prime volte nel basket

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20