Gara divertente quella tra toscani e ferraresi. A vincere sono i padroni di casa con una grande prova e in rimonta. A nulla serve il vantaggio iniziale nel primo tempo della SPAL con Salvatore Esposito. I toscani la riagguantano con Bajrami, ma a decidere questo Empoli-SPAL ci pensa Mancuso. Primo posto in classifica per l’Empoli, ancora zero vittorie per gli Estensi.

Le formazioni di Empoli-SPAL

Dionisi disegna i suoi col 4-3-1-2. Brignoli in porta e linea difensiva composta da Fiamozzi, Nikolau, Romagnoli e Terzic. Mediana che vedrà operare Ricci, Stulac e Bandinelli. Sulla trequarti c’è Bajrami, a supporto di Mancuso e Olivieri.

Molte defezioni negli Estensi per questo Empoli-SPAL. Non saranno della gara infatti Paloschi, Strefezza e Berisha. 3-4-1-2 per la truppa di Marino. Thiam tra i pali e tridente difensivo che vedrà all’opera Ranieri, Vicari e Tomovic. Gli esterni a tutta fascia sono Sernicola e Sala, mentre in mediana giocano Salvatore Esposito e Missiroli. Sulla trequarti c’è Castro, con il tandem d’attacco composto da Jankovic e Sebastiano Esposito.

Partono dunque titolari i fratelli Esposito in questo Empoli-SPAL, la seconda volta che succede dopo la partita col Cosenza.

Uomo partita? Leonardo Mancuso

Partita sontuosa per l’attaccante dei padroni di casa. Molto attivo per tutta la partita, con i suoi movimenti e la sua tecnica crea qualche problema alla retroguardia ospite. Nel secondo tempo lo si vede molto spesso arretrare il proprio raggio d’azione per venire in aiuto dei centrocampisti. Sfiora il gol diverse volte, anche in maniera clamorosa, ma alla fine è lui a decidere questo tirato Empoli-SPAL.

Equilibrio, poi sblocca Esposito

Avvio di gara molto equilibrato al Castellani, le squadre si studiano e i ritmi sono gradevoli. Nelle file dell’Empoli è molto attivo Bandinelli, che all’8′ va alla conclusione in area di rigore dopo l’ottimo servizio di Bajarami. La conclusione del giocatore termina fuori. La SPAL non sta a guardare e risponde due minuti dopo. Buona iniziativa sull’esterno di Sernicola, che va fino in fondo e mette in mezzo. La palla viene controllata agevolmente dall’esperto Brignoli.

L’Empoli propone un gioco molto ragionato con un ossessivo possesso palla, la SPAL opta invece per un pressing molto alto e al contenimento delle folate dei padroni di casa. Le due squadre non si risparmiano, corrono molto e giocano anche duro, con qualche intervento grintoso. Il direttore di gara però opta per un metro di giudizio “all’inglese”, lasciando giocare molto senza intervenire più del dovuto col fischietto.

Gli ospiti si rendono pericolosi al 30′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: batte Jankovic, Missiroli brucia sul posto Terzic e impatta di testa, mettendo però fuori. Occasione sprecata per gli Estensi, la posizione era favorevole all’ex Sassuolo. La gara si sblocca al 34′ grazie al gol di Salvatore Esposito. Errore in disimpegno dell’Empoli, Castro serve al limite dell’area Salvatore Esposito, che calcia potente e non lascia scampo a Brignoli, ingannato anche da una deviazione. Si sblocca quindi Empoli-SPAL.

L’Empoli risponde subito con una conclusione da sedici metri di Mancuso. Il bel tiro dell’attaccante di casa si spegne a lato di un soffio. Dopo una direzione di gara molto “libera”, Pasqua estrae il primo cartellino della gara nei confronti di Bandinelli. Il centrocampista dei toscani infatti ha rifilato un pestone a Castro.

La difesa della SPAL soffre, ma si comporta bene. Eppure rischia tantissimo al 41′ con una doppia chance per i toscani. Bandinelli colpisce il palo con un sinistro dai 25 metri, sulla ribattuta si avventa Mancuso, che però spara clamorosamente a lato. Non molla l’Empoli, ma la squadra pecca di lucidità ancora una volta al 42′: Thiam sbaglia il rilancio, Bajrami recupera e calcia addosso al portiere ospite.

Negli ultimi minuti di gara l’Empoli colleziona un’altra gigantesca occasione con Mancuso al 43′, dove Thiam risponde presente con una super parata. Il portiere festeggia poi con Ranieri lo scampato pericolo.

La prima frazione si chiude senza recupero. Primo tempo piacevole tra Empoli e SPAL, con azioni e giocate interessanti da una parte e dall’altra.

Bajarami e Mancuso decidono Empoli-SPAL

Nessun cambio nell’intervallo, si riparte con gli stessi ventidue che avevano lasciato il campo per il tè caldo.

L’avvio della seconda frazione è all’insegna della prima, con ritmi molto alti e con le due squadre che si affrontano a viso aperto. rischia di dover uscire Nikolau per un guaio fisico, ma col passare dei minuti il centrale dell’Empoli recupera fortunatamente la forma giusta per poter proseguire.

Se non è Nikolau ad uscire è però Olivieri. Il numero 9 dell’Empoli lascia il campo per il più esperto Moreo. Non una brutta prestazione per l’attaccante di proprietà della Juventus. Anche Marino opta per un cambio, inserendo il rientrante Di Francesco al posto di Jankovic.

L’Empoli trova il pareggio al 63′. Grande inserimento di Bandinelli, che successivamente scodella sul secondo palo. Puntuale come un orologio svizzero arriva Bajrami, che con un destro violento batte Thiam. Primo gol in casa per il trequartista macedone naturalizzato svizzero. Da apprezzare l’inserimento di Bandinelli e il successivo assist.

Tutto da rifare per la SPAL, gli Estensi, dopo il vantaggio, hanno fatto ben poco per impensierire la difesa toscana. Pareggio tutto sommato meritato per i padroni di casa, che ci ha sempre creduto, non molando mai un centimetro. Il pubblico di casa presente apprezza e applaude i propri beniamini, ora alla ricerca del sorpasso.

La SPAL perde per un guaio fisico Sala, che lascia il campo per l’esperto Salamon. Assieme all’ex Sampdoria esce anche uno sfinito Castro, sostituito da Valoti. Tuttavia gli Estensi fanno rabbrividire i tifosi di casa al 73′. Primo guizzo della serata per Di Francesco, che lascia sul posto Terzic e calcia col sinistro dal limite. la conclusione viene deviata, ma la palla sorvola di pochissimo la traversa.

Un minuto dopo l’Empoli divora il vantaggio. Traversone col contagiri di Fiamozzi per Mancuso che, in tuffo, anticipa Salamon e colpisce la sfera. La palla sfiora l’incrocio dei pali. Dionisi aggiunge altre forze fresche, inserendo La Mantia e Haas per Bajrami e Ricci. Applausi per il trequartista, autore di una buonissima prova.

Gli ospiti sfiorano nuovamente il vantaggio al 77′: ottimo pallone di Haas per Moreo, appostato in area di rigore. Il numero 10 si inventa dal nulla un sontuoso colpo di tacco, riuscendo ad alzare il pallone. Thiam si trasforma in Superman e con un guizzo pazzesco, nega la gioia all’attaccante toscano. Sarebbe stato sicuramente uno dei gol più belli di questa Serie B.

Molto preoccupato Marino in panchina. La SPAL infatti si sta scollando lentamente. Gli Estensi sbagliano molto, anche i passaggi più elementari. L’Empoli ringrazia e trova il gol del sorpasso all’83’ grazie a Mancuso. Straordinaria conclusione dai sedici metri per il numero 7 toscano, stavolta Thiam non può nulla. Prima rete stagionale per LM7.

Colpo terribile per gli Estensi, che dopo aver condotto si ritrovano a dover rincorrere. La stanchezza nei giocatori ospiti si fa sentire. Proprio per questo Marino inserisce Murgia al posto di Missiroli e Brignola per Ranieri.

Il direttore di gara segnala cinque minuti di recupero. Dionisi esaurisce i cambi inserendo Pirello al posto dell’ottimo Mancuso. La SPAL chiede un penalty per un contatto tra Bandinelli e Sernicola, ma Pasqua ravvisa una posizione irregolare da parte del numero 17 estense.

A nulla serve l’assalto degli ospiti, l’Empoli alla fine porta a casa tre punti importanti, che la spediscono in testa alla classifica. Buonissima partita da parte dei padroni di casa, che ribaltano l’iniziale svantaggio grazie a Bajrami e Mancuso. prestazione sontuosa anche per Bandinelli, grintoso a centrocampo e volenteroso in fase offensiva. Grazie ad un suo inserimento i toscani trovano il gol del sorpasso. L’Empoli rafforza la propria posizione in classifica, 10 punti a punti a pari merito col Cittadella, vittorioso contro il Pordenone. Intanto però stacca la Salernitana, bloccata dal pareggio col Vicenza.

Partita volenterosa da parte della SPAL, che passa in vantaggio con Salvatore Esposito, il migliore dei suoi, ma poi crolla fisicamente e mentalmente nella ripresa. Prestazione forse influenzata dal pomeriggio di fuoco degli Estensi, con i forfait di Paloschi, Strefezza e Berisha. Continua il periodo non brillante per la SPAL, ancora a secco di vittorie in questo campionato.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20