marcel fassler

Marcel Fassler appende il casco al chiodo. Il 44enne pilota svizzero, protagonista nel DTM e nelle gare endurance, annuncia che il 2021 non lo vedrà più dietro un volante, per iniziare una nuova carriera all’interno del motorsport. Dopo una vita passata tra le gare di turismo ed i prototipi, con tanto di tre vittorie assolute alla 24 ore di Le Mans, Fassler ora cambia vita. Ora fa il team manager di una scuderia svizzera, la Sportech AG, ed ha un piede anche in Formula 1, come addetto al simulatore del team Alfa Romeo.

Chi è Marcel Fassler?

Classe 1976, originario di Einsielden, nel Canton Svitto, Marcel inizia la sua carriera in Germania, dove partecipa a tutte le formule minori fino alla Formula 3. Le sue prestazioni convincono la Mercedes, che lo assume come pilota ufficiale nel rifondato DTM. Nella serie teutonica, Fassler corre con la Stella di Stoccarda dal 2000 al 2003, vincendo in totale tre gare. La ricompensa per il suo impegno è un test sulla McLaren di F1 a Barcellona. Nel 2004 e nel 2005 è pilota Opel, ma senza ottenere successi. La Opel si ritira dal campionato a fine 2005, lasciando Marcel senza un volante per il campionato. Di qui il passaggio all’endurance.

Il primo step della carriera “di durata” di Fassler è il mondo delle GT. Nel 2006 debutta nel mondiale FIA con un’Aston Martin DBR9 del team Phoenix, l’anno successivo sale sulla Corvette C6R del team Carsport con cui trionfa alla 24 ore di Spa. Il 2006 è l’anno dell’esordio con i prototipi, prendendo parte alla European Le Mans Series con il team Swiss Spirit al volante di una LMP1. Il primo contatto con Audi è del 2008, quando partecipa alla gara American Le Mans Series di Road America al fianco di Emanuele Pirro, a bordo della R10 TDI. Negli USA si avvicina anche al Corvette Racing, con la quale prende parte alla sua prima 24 ore di Le Mans.

Queste due squadre costituiscono la consacrazione di Marcel Fassler. Dal 2010 è membro fisso della casa degli Anelli, creando un sodalizio con Andre Lotterer e Benoit Treluyer. Il trio vincerà ben tre edizioni della 24 ore di Le Mans, nel 2011, 2012 e 2014. Il 2012 lo vede conquistare il primo e unico titolo nel mondiale Endurance WEC, con Lotterer, Treluyer e la mitica Audi R18 TDI e-tron. A seguito della chiusura del programma da parte del costruttore di Inglostadt, Marcel riallaccia i rapporti con Corvette Racing. Con il team di GM vince la 24 ore di Daytona e la 12 ore di Sebring, assieme a Tommy Milner e Oliver Gavin. L’ultima gara è dello scorso novembre, in una 12 ore rimandata a novembre causa pandemia.


Le Mans 2021: uno sguardo ai magnifici 62


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20