fbpx
Settembre23 , 2021

Mario Rui: “ho un debole per Zieliński”

Related

NFL, Week 3 – La preview di Chargers – Chiefs

L'Arrowhead Stadium si prepara a ospitare la sfida interamente...

NFL, Week 3 – La preview di Colts – Titans

Alle ore 19:00 di domenica 26 settembre va in...

NFL, Week 3 – La preview di Washington – Bills

Viste le prestazioni mostrate nell'ultimo turno di campionato, la...

NFL, Week 3 – La preview di Saints – Patriots

La sfida tra New Orleans Saints and New England...

NFL, Week 3 – La preview di Falcons – Giants

Nel turno delle 19:00 ora italiana di domenica 26...

Share

“Ci sono tanti giocatori che possono fare la differenza. Io da sempre ho avuto un debole su Zielinski, quindi punterei sempre su di lui. Ma non posso dimenticare gli altri, come il nostro capitano Insigne. Spero che Zielinski possa confermare il mio debole su di lui”. Mario Rui il terzino sinistro del Napoli, ai microfoni di “Kiss Kiss” si lascia andare ad apprezzamenti sul compagno di squadra, Piotr Zieliński, che secondo lui può incidere nella stagione a seguire. Vediamo di chi parla.

Mario Rui: Piotr Zieliński può fare la differenza

Zieliński è sbarcato in Italia grazie all’Udinese, ma è esploso ad Empoli, quando sulla sua strada ha trovato Maurizio Sarri. In Toscana il polacco ha giocato 2 stagioni di alto livello, dimostrando le sue abilità in zona gol o nell’ultimo passaggio. Sarri poi si è trasferito a Napoli e si è portato con sé Zieliński. Giocatore molto duttile, dotato di un’intelligenza calcistica incredibile. Può fare sia il regista, che la mezz’ala, che il trequartista grazie ad enormi capacita tecnico-tattiche che gli permettono di fare al meglio entrambe le fasi. La svolta con Ancelotti, il Napoli comincia a carburare utlizzando il 4-4-2, ed in questo sistema di gioco, parte largo a sinistra, giocando praticamente come “finto esterno”. La consacrazione con Rino Gattuso. Diviene il fulcro del gioco azzurro, insostituibile per il tecnico. Piedi favolosi con i quali, con grande libertà fa ballare le linee avversarie per trovare spazi, innescare le punte ed arrivare al tiro. Un potenziale enorme rimasto imploso troppo tempo. Bravo “Ringhio” a trovare le chiavi giuste per aprire il forziere del polacco.

Spalletti: Napoli in embrione

Zielinski è una pedina chiave nel 4-2-3-1 di Spalletti, che intende utilizzarlo nella posizione di trequartista. Il centrocampista è sereno, non si sente di passaggio, poiché’ legato al club fino al 2025. Nel sistema di gioco del tecnico toscano, sembra occupare da subito un ruolo di rilievo nello scacchiere tattico. “Rumors” che lo accostano al Manchester City non hanno trovato finora riscontro ad alcuna ufficialità.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20