È giunta al capolinea l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus. Manca solo l’ufficialità che è prevista a breve. Non è bastato, dunque, al tecnico toscano la conquista dello scudetto( il nono consecutivo) per evitare l’esonero. La precoce e inaspettata eliminazione negli ottavi di finale di Champions League per mano del Lione, unitamente allo scarso feeling con la squadra e le due sconfitte nelle finali di Supercoppa italiana e Coppa Italia, hanno reso impossibile la sua conferma.

Agnelli: “I dirigenti e Ronaldo restano, riflessioni su Sarri”

Già nell’immediato post-partita il Presidente della Juventus, Andrea Agnelli, aveva dichiarato che ci sarebbero state delle riflessioni sul conto dell’allenatore, che poi si sono tramutate nell’esonero visto anche l’imminente inizio della prossima stagione.

I possibili successori di Sarri

Tre sono i candidati che potrebbe subentrare a Sarri: Simone Inzaghi, Roberto Mancini e Zinedine Zidane. Il tecnico della Lazio, che piaceva già lo scorso, piace per i suoi modi garbati e per la gestione della squadra ma ha ancora un anno di contratto von la società biancoceleste che non vorrebbe privarsene. Il ct della Nazionale, Roberto Mancini, è sempre stato molto stimato da Andrea Agnelli ma al momento pare improbabile che possa lasciare la panchina azzurra anche in previsione del prossimo Europeo. Infine, il grande sogno è Zinedine Zidane, che, però, è molto legato al Real Madrid e difficilmente lascerà la Spagna. L’eliminazione subita in Champions League contro il Manchester City potrebbe far cambiare gli scenari.

Il comunicato della Juventus

Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della prima squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20