fbpx
Settembre19 , 2021

Mick Schumacher: l’osservatore del parco chiuso

Related

Sheffield United-Southampton: pronostico e possibili formazioni

Cercando di replicare in qualche modo la loro vittoria...

Italia top nello Skiroll Tanel

Italia top nello Skiroll Tanel in coppa Barp in...

Queens Park Rangers-Everton: pronostici, notizie sulla squadra, formazioni

Due squadre che cercano di riprendersi dalle deludenti sconfitte...

Preston North End-Cheltenham Town: pronostico e possibili formazioni

Il Cheltenham Town è impegnato per la prima volta...

Share

Buttare un occhio sulla macchina dei competitor è una specie di sport nazionale dei piloti, ma alcuni lo fanno più di altri. Ed è il caso di Mick Schumacher, “pizzicato” dagli osservatori a lanciare più sguardi al parco chiuso di chiunque altro. Questa sua abitudine non è sfuggita nemmeno alla stampa di settore, che gli ha chiesto i motivi. In un’intervista, il figlio d’arte ha spiegato il perché di tali “scrutamenti”.

Perché Mick Schumacher osserva così tanto al parco chiuso?

Schumacher jr ha voluto ribadire che questa “tattica” non l’ha imparata da Sebastian Vettel, altro noto “spione” del parco chiuso. “È una cosa che faccio fin dai tempi del karting“, ha detto a Crash.net. I suoi occhi sono puntati su un particolare specifico, che rappresenta un fattore importante. “È sempre un bene sapere come sono messe le gomme degli altri“, ha illustrato Mick, “per vedere se posso imparare qualcosa. Le gomme sono come un libro aperto, mostrano ogni piccolo errore e ogni dettaglio della mia auto e di quelle degli altri. Quindi ispezionare le altre vetture fa sempre parte di questo e continuerò a farlo“. Nel caso vi state chiedendo perché fare le “ispezioni” al parco chiuso, la risposta è semplicissima. “Il parco chiuso è il luogo in cui posso stare più vicino alle altre auto“, ha evidenziato Schumacher. “Non posso certo entrare nel garage di qualcuno e dirgli: ‘Hey, do solo un’occhiata alla tua macchina e poi me ne vado’. In definitiva, è un buon posto per osservare“.

Mick Schumacher è al suo esordio in F1. Nonostante il potenziale limitato della Haas, il giovane tedesco ha mostrato subito talento, ma quello che piace di più alla squadra è il suo atteggiamento, e la dedizione al lavoro. Non sono mancati gli screzi con il compagno di squadra, il controverso Nikita Mazepin, ma il suo bilancio personale è comunque positivo. “Sono contento di come sta andando finora“, ha detto il figlio di “Kaiser” Michael. Per il 2021, Mick dovrà accontentarsi di una monoposto che non riceverà sviluppi per tutta la stagione. Il 2022 potrebbe portarlo altrove, come per esempio all’Alfa Romeo, al posto di Kimi Raikkonen.


F1: gli orari TV del GP di Silverstone


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20