Mike Tyson torna

Mike Tyson torna sul ring all’età di 54 anni dopo ben 15 anni dal suo ultimo incontro. La notizia era nell’aria da tempo ma ora è finalmente ufficiale.

Dopo le innumerevoli voci che si sono rincorse in questi mesi sul ritorno di “Iron Mike” sul ring, adesso arriva l’ufficialità.

A darne notizia lo stesso Tyson tramite il suo sito internet e i suoi profili social.

Alla fine lo sfidante di “Kid Dynamite” non sarà nessuno dei tanti nomi fatti finora, bensì l’ex pugile statunitense, il 51enne Roy Jones Jr.

I due si sfideranno il 12 settembre in California in un exhibition match sulla distanza degli 8 round.

Mike Tyson torna sul ring: quando nasce l’idea del ritorno

Che Mike Tyson volesse tornare a combattere non è certo una novità.

E’ oramai da mesi che, nel mondo del pugilato e tra i fan, le voci sul suo ritorno e sui possibili avversari si rincorrevano ripetutamente.

In questi mesi gli sono stati accostati diversi avversari. Da Shannon Briggs per una sfida di Bare Knuckle (la c.d. boxe a mani nude), al suo grande rivale Evander Holyfield. Fino ad arrivare ad immaginare addirittura una sfida agli attuali campioni dei pesi massimi.

Ma quando decide davvero di ritornare?

Tutto sembra aver avuto inizio nel mese di marzo, quando Tyson si commosse durante la registrazione del suo podcast “Hotboxin’ with Mike Tyson” davanti al suo ospite, un’altra gloria della boxe del passato, Sugar Ray Leonard.

L’ex pugile in quell’occasione si mostrò visibilmente emozionato nel ricordo dei tempi andati. Rievocava con nostalgia il suo essere un guerriero di cui tutti avevano paura. E con altrettanta emozione ammetteva: “quei tempi sono passati, adesso c’è il vuoto, e io non sono più nulla”.

E’ da quel momento che sembra essere scoccata la scintilla definitiva che ha riacceso in lui la voglia di rimettersi in gioco.

Così ha ricominciato ad allenarsi duramente per rimettersi in forma ed essere in grado di risalire sul ring. Cosa assolutamente non facile, a 54 anni e dopo tanti anni di inattività, neanche per una leggenda del pugilato come lui.

Infatti il suo ultimo incontro risale al 2005 (quando decise di ritirarsi dopo il TKO subito da Kevin McBride). E ritornare dopo tanti anni, in uno sport così duro e dispendioso come il pugilato, non è affatto scontato.

Ma la forza di volontà di Tyson sembra aver avuto la meglio. La voglia di sentirsi vivo e di provare ancora le emozioni di un tempo han fatto sì che l’impossibile sia diventato possibile.

Mike Tyson torna sul ring: le prime dichiarazioni e i video sui social

Ripresi i duri allenamenti, Iron Mike, decise così di uscire allo scoperto. E intervistato affermò espressamente di esser pronto a tornare per sostenere match da 3-4 round per beneficenza.

A TMZ Sports dichiarò di sentirsi alla grande e di non essere mai stato così in forma. E aggiunse: “sono pronto a combattere contro chiunque voglia fare beneficenza”.

Appresa la notizia, da quel momento le fantasie dei fan si sono accese iniziando ad immaginare il ritorno di “The Baddest Man on the Planet”.

Ma ad alimentarle ancor di più ci ha pensato lo stesso Iron Mike iniziando a postare una serie di video dei suoi allenamenti.

Il primo video, diventato virale, risale al primo maggio. Nel video (seppur breve) si vede già un Tyson in ottima forma, veloce e potente quasi come ai tempi migliori. Tant’è vero che sono piovuti like e commenti estasiati da parte di tanti colleghi e fighter di livello mondiale.

Ma è il secondo video (postato l’11 maggio) che ha creato ancora maggior fibrillazione intorno all’ex campione del mondo. Alla fine del video infatti Iron Mike pronuncia la ormai celebre frase: “I’m back” (sono tornato).

Che incontro sarà tra i due?

Dal punto di vista della visibilità dell’evento e del fermento che ci sarà intorno a questo incontro i dubbi sono davvero pochi. Mike Tyson è in assoluto il pugile più iconico e più conosciuto al mondo. Tutti, anche chi non ha mai seguito un incontro di boxe, conoscono “Iron Mike”.

Dunque la vera domanda da porsi è cosa riserverà quest’incontro dal punto di vista sportivo.

Come immaginabile non sarà un incontro sulle 12, bensì sulle 8 riprese (oltre le aspettative dato che si pensava che sarebbe stato un match impostato sui 4 round).

Si tratta infatti di un incontro di esibizione tra due vecchie glorie. E in particolare per Tyson, che non combatte da ben 15 anni, è impensabile potersi spingere fino ai 12 round.

Tuttavia, pur non essendo in palio un titolo del mondo, è difficile pensare che si tratterà di una passerella. Due ex pugili di quel calibro non vorranno certamente sfigurare.

E conoscendo “Iron Mike”, se ha deciso di tornare, vorrà certamente lasciare il segno e dimostrare di essere ancora il più forte.

Anzi probabilmente, nella mente di Tyson, questo è solo un primo incontro per testarsi, per capire a che punto si trova, e per vedere se sarà possibile spingersi ancora oltre.

Chi è Roy Jones Jr

Tuttavia il suo avversario non è certamente da sottovalutare. Anzi, sarà un test duro per “Kid Dynamite”. Roy Jones Jr è infatti 3 anni più giovane, ma soprattutto in questi anni ha continuato a combattere.

Ha disputato il suo ultimo match, vincendolo, nel febbraio 2018. E dei suoi ultimi 13 incontri ne ha perso soltanto uno.

Ma soprattutto stiamo parlando di un ex pugile, sicuramente meno conosciuto ai più, ma altrettanto leggendario.

Un pugile capace di vincere titoli mondiali in ben 4 categorie di peso e primo boxeur a diventare campione nel mondo sia nei pesi medi che nei massimi. Nonché, in svariate occasioni, in cima alla classifica Pound for Pound di Ring Magazine.

Il pugilato riaccenderà i riflettori

Insomma, il 12 settembre sarà una sfida tra due grandi leggende di questo sport. Ma ovviamente per molti sarà soprattutto il ritorno di “The Baddest Man on the planet”!

Sarà il ritorno del pugile più famoso al mondo, dal passato assai burrascoso e controverso, ma che sicuramente sarà capace di riportare nuovamente sulla boxe, gli occhi del mondo intero.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20