Il Diavolo “risorge” dopo la disfatta dell’Olimpico e si prende tre punti importanti nella lotta Champions. Apre le danze Çalhanoğlu nel primo tempo, poi Hernandez chiude Milan-Benevento nel secondo tempo. Il Benevento rischia grosso ora.

Quali sono state le scelte dei tecnici?

Pioli conferma il 4-2-3-1. Donnarumma in porta, in difesa giocano Dalot, Tomori, Romagnoli e Hernández. In mediana spazio a Bennacer e Kessiè. Saelemaekers, Çalhanoğlu e Leão giocano sulla trequarti. In avanti c’è Ibrahimovic.
4-3-2-1 per il Benevento di Filippo Inzaghi. Tra i pali gioca Montipò; la linea difensiva è formata da Depaoli, Glik, Caldirola e Barba. A centrocampo giocano Dabo, Viola e Ioniță. Sulla trequarti spazio a Iago Falque e Improta. Infine in avanti c’è l’ex Lapadula. 
Arbitra il direttore di gara Calvarese di Teramo, si gioca allo stadio San Siro di Milano.

Milan-Benevento: sintesi

I rossoneri trovano il vantaggio dopo soli sei minuti di gioco con un lampo di Hakan Çalhanoğlu. Da sottolineare la qualità dell’azione corale targata Kessiè- Saelemaekers che ha portato al vantaggio i rossoneri. Nei minuti successivi il Milan spreca diverse palle gol interessanti. Il Benevento prende fiducia e col passare dei minuti crea qualche grattacapo. Il risultato però non cambia e i primi dieci minuti si chiudono sull’1-0.
L’inizio di ripresa è infuocato, entrambe le squadre vanno più volte vicino alla rete. Nel momento migliore dei campani arriva però il raddoppio rossonero firmato Hernandez. Si tratta della quinta rete in campionato per il terzino. I campani comunque non demordono e si fanno sotto nel tentativo di riaprire la gara, ma invano. Il match si chiude sul 2-0.

Considerazioni su Milan-Benevento

I rossoneri rispondo bene alla pesante sconfitta contro la Lazio. La presenza di Ibrahimovic si è rivelata ancora importante per il Diavolo. Quando lo svedese gioca la qualità del gioco della squadra di Pioli si alza notevolmente. Prestazione complessiva buona per il Milan, che mette in cassaforte tre punti importanti per la lotta Champions.
Il Benevento continua nel suo periodo no. Ora sono sei gare senza vittoria e la situazione si fa sempre più difficile per Inzaghi. Gli ospiti non hanno giocato una brutta gara, più di una volta sono arrivati vicino alla rete. Questo è il problema, il fatto che il campani non abbiano una punta che sappia segnare e oggi si è notata questa mancanza. Inzaghi rischia di vedere sfumare tutto il buon lavoro fatto nella prima parte di stagione.

Udinese-Juventus: probabili formazioni e Tv

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20