I rossoneri soffrono, ma portano a casa tre punti importantissimi. Rebic apre le danze, poi l’ex Destro pareggio. Nella ripresa l’autogol di Gianluca Scamacca è decisivo per le sorti di questo Milan-Genoa. I rossoneri continuano la loro marcia verso la Champions, il Genoa resta fermo a quota 31 punti.

Quali sono le scelte dei tecnici?

4-2-3-1 classico per il Milan di Stefano Pioli. Donnarumma tra i pali e linea difensiva con Kalulu, Kjaer, Tomori e Hernandez. A centrocampo giocano Kessie e Bennacer. Sulla trequarti spazio a Saelemaekers, Calhanoglu e Rebic. In avanti il tecnico sceglie Leao.
Solito 3-5-2 per Ballardini.  Ovviamente c’è Perin come ultimo uomo. Il reparto difensivo invece è composto da Goldaniga, Radovanovic e Masiello. Ghiglione gioca a destra. Strootman, Badelj e Zajc si sistemano all’interno della metà campo. Cassata invece agirà sulla sinistra. In avanti c’è ancora Scamacca affiancato da Destro.
Il direttore di gara è Gianpaolo Calvarese, si gioca allo stadio San Siro di Milano.

Milan-Genoa: sintesi

Approccio buono da parte di entrambe le squadre. Il Milan gestisce la sfera, il Genoa invece resta compatto. La gara si sblocca al 13′ grazie alla giocata di Rebic, che sigla la rete con un tiro meraviglioso. Il Genoa sembra patire lo svantaggio, il Milan prova ad affondare con Leao, ma senza successo. Il Grifone col passare dei minuti prende coraggio e trova il pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 37′. Ci pensa Destro a colpire di testa, non bene Tomori in marcatura. Il primo tempo si chiude sull’1-1. Nella seconda frazione entrambe le squadre creano diverse palle gol senza successo. Il Milan trova il nuovo vantaggio al 68′ con un autogol di Scamacca. I rossoneri gestiscono la palla con tutta la calma del caso, ma nel finale sono costretti ad una difesa strenua a ridosso della porta di Donnarumma. Il Genoa non sfonda e la gara si chiude sul 2-1.

Considerazioni su Milan-Genoa

Il Milan porta a casa tre punti e torna a vincere a San Siro dopo oltre due mesi di astinenza. I rossoneri peccano di precisione in diversi momenti e soffrono terribilmente le folate del Grifone. Soprattutto il Milan non è riuscito a chiudere la gara nonostante le diverse occasioni create. L’assenza di una prima punta di ruolo si è fatta sentire e non è un caso se il gol del vantaggio rossonero è arrivato con l’ingresso di Mandzukic.
Il Genoa gioca una gara coraggiosa. La squadra di Ballardini rimane compatta per tutta la gara e inoltre è anche pericolosa in più occasioni. Il Grifone non ha mollato e nel finale è andata vicina anche al meritato gol del pareggio. Prestazione positiva nonostante il risultato negativo.

Napoli-Inter: probabili formazioni

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20