una fantastica partita per l'Argentina
la gioia del popolo argentino
Cuore Argentina, battuta la Serbia! In semifinale anche la Spagna. Risultati e recap delle partite di oggi

QUARTI DI FINALE

Stoica Argentina, compie l'impresa!
gioia ed orgoglio per i tifosi argentini

Iniziano i quarti di finale, con i primi due in programma oggi. Andiamo a vedere cosa è successo.

Argentina – Serbia 97 – 87

Ciò che normalmente ti fa innamorare, è quella sensazione che fa scorrere i brividi lungo il corpo, che non sai spiegare ma che devi capire. Spesso non ha motivi razionali, giustificazioni…è semplicemente Amore, è semplicemente Passione.

Ciò che ci ha fatto innamorare oggi, che ci ha fatto scorrere i brividi lungo il corpo è un qualcosa che sai spiegare e sai capire. Ha motivi razionali, è semplicemente Passione, Passione per il Basket, Passione per chi ci mette Passione. Oggi l’Argentina è stato questo, è stata uno spettacolo nello spettacolo. Scesa in campo contro la corazzata Serba che, offesa dalla sconfitta con la Spagna e turbata da un grave lutto, aveva limato i denti non per mordere ma per azzannare.

grande energia da parte di tutta la squadra

Ed è palla a due in un atttimo. Ciò che si vede in campo nel primo quarto è poco raccontabile, si può raccontare la cronaca ma non ciò che si è visto, non ciò che fa Campazzo. Tutta l’Argentina gioca più bene, gioca perfettamente ma lui no, supera la perfezione, è in piena trance agonistica, è un uomo in missione per conto degli Dei del Basket e gli Dei del Basket lo confortano con doni a pochi concessi. Ciò che vediamo non è il solito stratosferico Campazzo, è di più…è…un passaggio invisibile a noi umani, come quelli di Magic, è una regia che vede a 360° più altri 360° dei secondi successivi come Nash e, quando prende un tiro, lo fa come il Curry delle migliori occasioni.

Se pensate che si è esagerato, riguardate il primo quarto di Spagna – Serbia e converrete con me che in una Società che funziona, questo periodo di gioco dovrebbe essere visto obbligatoriamente in tutte le scuole di ogni ordine e grado. Per il Basket, per la Bellezza, come valore assoluto.

Il resto della partita è una battaglia della Serbia contro l’incubo Argentina. Sono sempre li, gli slavi, sono sempre li attaccati e, alle volte, anche davanti ai sudamericani. Ma, prendiamo il terzo quarto, quello in cui Hernandez decide di dare fiato alle sue principali bocche da fuoco. L’Argentina è avanti di cinque ed in campo ci sono praticamente sempre le riserve…le riserve contro un roster di dodici titolari. La differenza si sente ma non abbastanza per Djordevic che vede i suoi ragazzi rosicchiare appena 4 punti.

Quello che si dipinge nell’ultimo quarto è il quadro del Cuore…del cuore del vecchietto Scola, del cuore di Deck, del cuore di Garino…del cuore latino che fa impazzire, la Serbia di delusione e di emozioni il resto del mondo. Non ce ne è più per i favoriti, cedono armi ed onore all’Argentina. La semifinale è loro, la festa è loro. Se la sono cercata, sudata, meritata. Oggi, ancora una volta, Scola e compagni ci hanno regalato spettacolo. Oggi, più di altre volte, è stata scritta una bellissima pagina del Basket, quel Basket che sa regalare sorprese, emozionare e diffondere magia.

La magia ha anche una parte razionale e questa parte si chiama score. Di seguito i numeri:

Campazzo (18pt, 7/12FG, 6rim e 12ast), Scola (20pt, 5/13FG), Deck (13pt e 8rim), Garino (15pt, 3/5 3PT). Argentina, 24/40 2PT, 12/27 3PT, 13/17 FT

Bogdanovic (21pt, 3/7 3PT), Bjelica (18pt, 5/17 FG e 7rim), Jokic (16pt, 6/9 2PT, 0/2 3PT, 10rim e 5ast). Serbia, 20/39 2PT, 8/28 3PT, 23/28 FT.

una prestazione da manuale per Campazzo
un Campazzo che merita gli applausi di tutti gli appassionati

Spagna – Polonia 90 – 78

Pronostico confermato con gli iberici che, seppur non potendo mai rilassarsi, riescono a conquistare la semifinale. Se il risultato è la prima notizia, altrettanto importante è il primato raggiunto da un Rubio (19pt, 5rim e 9ast) che diventa il miglior assistman di tutti i tempi al Mondiale. Una riconoscenza assolutamente meritata quella dello chef Rubio che sa come cucinare gli avversari, a suon di passaggi ad alto quoziente di QI cestistico. Per la Spagna bene anche i due Hermangomez, con Willy che segna 18 punti con 4 rimbalzi mentre il fratello Juancho si ferma a 14. Fernandez si apposta dietro l’arco e mira il bersaglio da tre punti. Per lui una performance da zero errori con un 5/5 che ancora fa tremare le difese polacche.

A proposito di Polonia, grandi meriti ai ragazzi che hanno reso la vita difficile ai ben più quotati avversari. Appena il divario aumentava, loro lo riducevano, evitando che gli iberici si rilassasero. Se gli applausi li merita tutta la squadra, dal referto siamo costretti a far emergere Slaughter (19pt) e Wacynski (15pt)

Ora, Serbia e Polonia devono aspettare i risultati di Francia e Repubblica Ceca affinchè possano ancora sperare nella qualificazione diretta alle Olimpiadi. Ricordiamo che avranno diritto le prime due europee col miglior piazzamento alla World Cup.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.