John McPhee Moto3
Fonte immagine: Instagram johnmcp17

Tutti gli appassionati del motomondiale avranno visto e rivisto quel che è successo domenica scorsa nel corso della gara di Moto3 del GP di Doha. Durante il 15mo giro la moto di Jeremy Alcoba dopo uno scontro con un altro pilota è sbalzata per aria travolgendo quella del mal capitato John McPhee.

I precedenti

Il pilota del team Petronas già “eliminato” da un suo avversario nella prima uscita stagionale non ha resistito e si è scagliato contro il suo avversario. Non appena si è rialzato infatti è corso minaccioso verso il pilota del team Gresini colpendolo ripetutamente con braccia e gambe. Ne è uscita fuori una clamorosa rissa con Alcoba che dopo l’incredulità iniziale ha risposto anche lui cacciando l’avversario a suon di spinte. A Jeremy Alcoba e Jonh McPhee è stata combinata immediatamente una multa dalla Dorna che tra le due condotte ha preferito, giustamente, stigmatizzare maggiormente quella del pilota britannico classe ‘94. Quasi doverose sono arrivate allora le scuse di McPhee non solo nei confronti dell’avversario ma anche a tutto il pubblico del motomondiale in una dichiarazione rilasciata nella serata di lunedì.

Tutti pazzi per Pedro Acosta in Moto3

McPhee: ho lasciato che le emozioni avessero la meglio, accetto multa e penalità

È appena iniziato il 15mo giro del GP di Doha, i piloti sono praticamente incollati dalla prima all’ultima posizione in una bagarre degna della categoria minore. In curva 1 la moto di Jeremy Alcoba colpisce il posteriore di Darryn Binder, da qui nasce una carambola incredibile che coinvolge il compagno di squadra di Binder, John McPhee. Il pilota britannico è uno dei pochi dell’intero motomondiale a vantare due 0 consecutivi in classifica frutto di altrettanti incidenti causati dagli avversari. Questa doppia “eliminazione” l’ha fatto andare su tutte le furie dando vita a questa squallida rissa che ha fatto il giro del mondo. La Dorna nella giornata successiva al weekend di Doha ha deciso di farla pagare ai due ragazzi punendo Alcoba e McPhee con 1.000€ di multa. Come se non bastasse la penalità pecuniaria i due protagonisti della rissa nella prossima gara di Portimao prenderanno il via dalla pit lane. Mentre Alcoba sarà costretto a partire 5 secondi dopo il gruppo, McPhee dovrà aspettarne 10 prima di incominciare la propria gara.

Le scuse

McPhee allora ha deciso di chiedere scusa per il comportamento tenuto. “Quella reazione non è da me, ho lasciato che le emozioni avessero la meglio. Purtroppo sono stato eliminato per la seconda settimana consecutiva dell’errore di un altro pilota. In ogni caso devo scusarmi per la mia condotta, non ho reagito bene all’incidente. Il nostro è uno sport pieno d’adrenalina e ovviamente pieno di pericoli. La moto di un rivale che mi ha colpito la testa ha innescato in me una reazione fuori dal normale. Vorrei scusarmi con i tifosi, la squadra, Petronas e i nostri partner. Accetto la penalità e andrò a Portimao concentrato sul compito da svolgere”. Vedremo se uno dei favoriti di inizio stagione saprà rialzarsi dopo i due 0 nelle prime due gare e dopo questo spettacolo poco edificante.

Classifica Mondiale Moto3

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20