MotoGP, conferenza piloti gp Austin

Classica conferenza stampa del Giovedì in MotoGP, svoltasi ad Austin, pista su cui si correrà in questo week end. Molti gli argomenti trattati, dalla pista sconnessa e con tante buche, alla penalità inflitta a Crutcholow in Argentina.

Marc Marquez: “Austin è sempre un buon tracciato per me ma ogni anno è diverso. Vedremo quale sarà il valore degli avversari e dobbiamo tenere d’occhio anche il tempo, visto che sabato potrebbe piovere. Questo è un circuito complesso, in cui impossibile compiere il giro perfetto ed anche mantenere la stessa traiettoria. Bisogna sempre essere costanti perché è molto lungo, con molte frenate violente e buche“.


Andrea Dovizioso: “Sono contento del weekend in Argentina, indica che abbiamo un buon pacchetto. Marc ha sempre fatto vedere di essere il re su questo tracciato, sarà difficile contrastarlo ma dobbiamo dare il massimo. Siamo rilassati, valuteremo il comportamento delle gomme e le condizioni dell’asfalto, ma mi aspetto comunque di essere più competitivo rispetto all’anno scorso“.


Valentino Rossi: “Il podio è stato positivo, ma ora non dobbiamo rilassarci. A casa mi sono preparato al massimo per questa gara, si tratta del circuito più difficile e più tecnico, oltre ad essere molto lungo. L’anno scorso non abbiamo ottenuto il risultato che volevamo, ma comunque abbiamo dato il massimo. Mi ci è voluto un po’ per capire questa pista, poi sono riuscito ad essere più veloce. Cercheremo di essere competitivi anche quest’anno, facendo attenzione alle caratteristiche della pista“.

Alex Rins: “Abbiamo visto che in gara siamo competitivi, come dimostra la rimonta a Termas. Abbiamo il ritmo per stare con i primi, ma dobbiamo capire come mai siamo partiti così lontano in griglia e migliorare, anche per preservare meglio le gomme. L’anno scorso abbiamo avuto problemi all’anteriore in frenata, nel corso della stagione è andata meglio e finora le sensazioni sono ottime”.

Jack Miller: “Per me è stato importante ritornare nelle prime posizioni, dopo il Qatar ero un po’ depresso. Quest’anno la moto è davvero competitiva ed è bello vedere che possiamo lottare con i primi. Aiuta sicuramente vedere che la nostra velocità è migliorata, ma dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare bene. Le buche sono un vero peccato, speriamo che i lavori siano stati positivi”.

Please follow and like us:

Vincenzo Luongo

Appassionato di Calcio, F1 e MotoGP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.