motogp presentazione ktm 2021

Dopo la Ducati, è il turno della KTM organizzare la presentazione ufficiale per la stagione MotoGP 2021. Con un video di poco più di dieci minuti, fatto perlopiù di dichiarazioni spontanee degli addetti ai lavori, la casa di Mattinghofen ha svelato al mondo i colori delle RC16 del team Factory e della squadra satellite Tech3. Una cosa un po’ deludente, se vogliamo dirla tutta, ma nell’epoca del digitale è questo quello che passa il convento. Vabbè. Comunque, gli spunti d’interesse non mancano, soprattutto perché parliamo di un costruttore che lo scorso anno ha dimostrato di poter lottare con i grandi. E parliamo della nuova casa di Danilo Petrucci, in cerca di riscatto dopo un 2020 amaro.


La KTM resta in MotoGP fino al 2026


Quali colori ha sfoggiato la KTM durante la presentazione MotoGP 2021?

Parlando delle moto, il team Factory presenta una livrea identica a quella dell’anno scorso. La Red Bull fa capolino come main sponsor del team, con un partenariato che sfiora i 30 anni (il marchio fu portato da Heinz Kinigadner nel 1996). Miguel Oliveira approda in prima squadra dopo due stagioni da satellite in costante crescita. Il 2020 è stata l’apoteosi del portoghese, con due vittorie compresa quella “di casa” a Portimao. Miguel affianca il riconfermato Brad Binder, ricostituendo la stessa coppia di piloti della Kappa nella Moto2!

Per Tech3, invece, la colorazione è inedita. Red Bull ha ridotto il suo supporto economico, ed il marchio sparisce dalle carene delle RC16 gestite da Hervè Poncharal. E’ la stessa KTM a sponsorizzare la squadra, con una livrea tutta arancione con il logo gigantesco ed il motto “Ready To Race” in bella vista. Non originalissima ma carina. E molto vistosa, cosa che la renderà riconoscibile in pista e “telegenica”. Iker Lecuona è al suo secondo anno completo, e dovrà dimostrare di meritare di rimanere nel progetto. Danilo Petrucci arriva da una stagione difficile in Ducati, e ricomincia quasi da zero. Per il ternano questa potrebbe essere l’ultima chance: o porta a casa successi, o potrebbe ritrovarsi fuori dal giro.


Red Bull KTM Tech3: un addio dai mille volti


Ambizioni e realismo

Il progetto MotoGP finora è stato un sogno“. Con queste parole, Pit Beirer sottolinea quanto sia importante per KTM l’impegno in MotoGP. Le ambizioni sono alte, ma il capo dell’intero motorsport della casa austriaca mantiene i piedi per terra. “Non voglio parlare già di contendenti al titolo“, ha aggiunto, “Questo è qualcosa che al momento pesa sulle spalle di altri piloti nel paddock. Noi per ora siamo davvero contenti di aver cominciato a vincere dei Gran Premi e certo vogliamo di più“. Infine, Beirer si pronuncia sui piloti: “Tutti e quattro hanno capacità e talento incredibili, ma anche con un modo diverso di puntare allo stesso obiettivo. Ora comincia una nuova stagione, si parte da zero. Sarò contento del 2021 se i piloti finiranno senza infortuni e con qualche gara di successo“.


KTM e la MotoGP, nel 2021 obiettivo mondiale


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20