Vinales domina ad Assen! 2° Marquez, cade Rossi

Finalmente, ce l’ha fatta! Maverick Vinales disputa a Sepang il weekend perfetto o quasi: il migliore del venerdì, sfiora la pole il sabato, vince la domenica. A differenza di altre volte, il portacolori Yamaha parte bene, e si porta al comando della gara fin dal primo giro. Nemmeno un Marc Marquez scatenato, in grado di passare da undicesimo a secondo in meno di tre giri, è in grado di sostenere il suo ritmo. Il campione del mondo ci prova, segnando giri veloci su giri veloci, ma alla fine deve cedere allo strapotere di Vinales.

La lotta vera è stata per il terzo posto. Dopo una sfuriata iniziale di Jack Miller, il gradino più basso del podio è un derby tutto italiano tra Andrea Dovizioso ed il redivivo Valentino Rossi. Il nove volte iridato le tenta tutte, ma una serie di staccate sbagliate e l’accelerazione della Ducati gli impediscono di sopravanzare DesmoDovi. Il forlivese è autore di una gara eccezionale, soprattutto se si considera che aveva montato la gomma meno adatta per le condizioni di gara, la morbida. Chiude al quinto posto Alex Rins con la Suzuki.

Delude invece Fabio Quartararo. Partito dalla pole, il francese è considerato tra i papabili per un posto al sole, ma parte male e non recupera sul gruppo di testa. Perde il confronto interno con Franco Morbidelli e si deve accontentare del settimo posto. Due posizioni più indietro troviamo un’altra delusione della corsa malese, Danilo Petrucci.

Johann Zarco, invece, sorprende. Il francese, alla sua seconda gara con la Honda LCR, scatta bene dalla nona piazza in griglia e gira sui tempi del gruppo centrale. Peccato per l’entrata assassina di Joan Mir che lo spedisce a terra a quattro giri dalla fine! Undicesimo Pol Espargaro con la KTM, davanti al fratello Aleix con l’Aprilia. Quattordicesimo Jorge Lorenzo, a oltre 34 secondi da Vinales.

Moto2 e Moto3

A Sepang cala il sipario sulla lotta mondiale di Moto2. Con il secondo posto, infatti, Alex Marquez si aggiudica il titolo con una gara di anticipo. La gara in sè vede il catalano battagliare con i suoi avversari per l’iride, Brad Binder e Thomas Luthi, a suon più di giri veloci che di sorpassi. Alla fine la spunta il sudafricano al termine di una vera e propria guerra di nervi. Quarta posizione per Xavi Vierge, il quale precede un Jorge Navarro bravo a rimontare dal fondo. Rimonta anche per Lorenzo Baldassarri, settimo dopo un duello con Nagashima, Schrotter e un deludente Luca Marini.

La gara della Moto3 vede il solito spettacolo, ed un inaspettato mattatore in Lorenzo Dalla Porta. Il toscano, già campione del mondo, vince la terza gara consecutiva, dopo un’attenta gestione del solito caos. Decisivo è stato l’errore di Gabriel Rodrigo, che cadendo tira giù anche Tatsuki Suzuki. Caduta anche per Albert Arenas, altro favorito per la vittoria, cosa che tra l’altro ha spalancato le porte del podio a Sergio Garcia. Terzo Jaume Masia. Con il quinto posto, Celestino Vietti è il migliore degli italiani. Aron Canet è ottavo davanti a Tony Arbolino. Questi due si contenderanno il secondo posto mondiale nella prossima gara di Valencia.

Info e classifiche su: https://www.motogp.com/en/Results+Statistics

F1, le qualifiche di Austin: https://sport.periodicodaily.com/gp-austin-bottas-in-pole-vettel-2/

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20