Con il giorno 3 si concludono i test della MotoGP in Qatar. E ancora una volta è Maverick Vinales a fare la voce grossa. Il catalano della Yamaha conferma il primato con un favoloso 1’53″858. Dietro di lui ci sono le due Yamaha del team Petronas, a conferma dello stato di forma della casa dei tre diapason in questa chiusura di test invernali. Franco Morbidelli è secondo, unico insieme a Vinales a scendere sotto l’1’54”. Il romano Alex Rins, efficacissimo con la Suzuki, e Jack Miller con la Ducati Pramac. Fabio Quartararo chiude la top five.

La Yamaha si conferma la casa da battere qui a Losail, con l’eccezione di Valentino Rossi. Il nove volte campione si conferma sempre più come maglia nera della pattuglia d’Iwata. Oggi è solo 12esimo, e per di più è autore di un’innocua scivolata. Risale Marc Marquez, settimo nella classifica cronologica e autore di 47 giri. Ottava piazza per Takaaki Nakagami con la Honda 2019, mentre Cal Crutchlow e Alex Marquez restano lontanissimi dalla vetta. La Honda non sta tranquilla.

Stesso discorso per la Ducati. La buona posizione di Miller fa da contraltare all’anonimo decimo tempo di Andrea Dovizioso, ed il 16esimo di Danilo Petrucci. Undicesimo Francesco Bagnaia, appena dietro il “Dovi”.

Aleix Espargaro è meno brillante del solito con l’Aprilia, 13esimo, ma il distacco è appena superiore al mezzo secondo, segno di come la casa veneta abbia ridotto il gap dai migliori. Stesso discorso per la KTM, che con Brad Binder piazza un sorprendente nono tempo. Quattordicesimo il capo pattuglia Pol Espargaro.

Info e classifiche sono qui.

Nota tecnica

Le case sono ancora indaffarate per decidere quale soluzione impiegare per la stagione. Yamaha sembra già aver definito la moto 2020, così come la Suzuki. I piloti di Hamamatsu hanno apprezzato molto il nuovo telaio con i rinforzi in carbonio.

Ducati, invece, sembra soffrire ancora le nuove gomme Michelin, che sembrano aver stravolto i lavori in campo. Oltre alle nuove soluzioni di setting, la casa di Borgo Panigale sfoggia una nuova carena con alette inedite. Danilo Petrucci le ha provate in esclusiva, ma i riscontri non sono troppo indicativi.

Sembra invece notte fonda in casa Honda. La RC213V 2020 è ancora più impegnativa della già difficile 2019, ed i piloti faticano a portarla al limite. Marc Marquez fa ancora la differenza, ma con la spalla ancora in recupero anche lui arranca. Tra lo stupore generale, il campione del mondo ha deciso di fare una prova comparativa con una moto dello scorso anno, presa in prestito da Nakagami. Il giapponese ha proseguito i test con un mezzo solo.

A proposito di…

Nel giorno 3 dei test del Qatar si è parlato anche di coronavirus. Alle 13.45 locali la Dorna ha convocato una riunione d’urgenza per decidere il da farsi, ma l’esito non ha portato alcuna modifica. I primi due GP della stagione, a Losail e in Thailandia, sono confermati. Tuttavia, la situazione resterà sotto stretta osservazione. Intanto, in Italia, la FMI ha sospeso tutte la attività nelle regioni del Nord…

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20