fbpx

Napoli ed Atalanta corsare a Milano e Roma

Date:

Napoli ed Atalanta, corsare a San Siro e all’Olimpico, conquistano la vetta della classifica . La squadra di Gasperini batte la Roma 1-0 con un gol Scalvini. Mentre la squadra di Spalletti supera il Milan per 2-1, grazie ai gol di Politano e Simeone. Nella terza piazza si accomoda l’Udinese che batte in rimonta l’Inter. La squadra di Sottil è la vera sorpresa di questo inizio campionato 2022/23. Clamorosa invece la sconfitta della Juventus al Brianteo di Monza. Per i brianzoii è la prima storica vittoria nella massima serie.

Napoli ed Atalanta corsare a San Siro e all’Olimpico: battuti Milan e Roma

Napoli ed Atalanta corsare contro le squadre di Pioli e Mourinho. La partita di San Siro tra Milan e Napoli è stata molto piacevole. Un match giocato con grande intensità da tutte e due le squadre. I partenopei hanno vinto a Milano come lo scorso anno, quando verso Natale, grazie a una rete di Elams vinsero per 1-0. La squadra di Spalletti è stata cinica, spietata, ha fatto meno errori dei rossoneri e così ha conquistato i preziosi tre punti per agganciare l’Atalanta, che nel tardo pomeriggio era andato ad espugnare l’Olimpico di Roma. Il Milan ha colpito due legni, ha giocato bene la sua partita, ma il Napoli è stato ancora più bravo e ha vinto lo scontro diretto contro i rossoneri. Pioli ha poco da rimproverare ai suoi giocatori. La sua squadra è in salute. Se al Napoli mancava Osimhen, ai rossoneri è mancato tanto e forse anche di più Leão. Il portoghese per il Milan è troppo importante. Se per il Napoli l’assenza del nigeriano è stata supplita da un altro centravanti, anche se diverso da caratteristiche dell’ex Lilla. L’altro ex Lilla di sponda rossonera non è stato possibile sostituirlo. Il modulo, sì, è rimasto uguale, mettendo Krunic all’ala sinistra. Ma il gioco rossonero è stato completamente snaturato per quello che è quando è in campo il portoghese. A differenza del gioco dei partenopei che è stato più o meno lo stesso, tant’è che il gol della vittoria partenopea è arrivata proprio da Simeone che ricopriva la stessa posizione del nigeriano.

Storica prima vittoria in Serie A del Monza contro la Juve di Allegri

Clamorosa sconfitta, ieri, per la Juventus, al Brianteo di Monza. La squadra di Allegri ha perso contro il Monza (1-0), che ha conquistato la prima storica vittoria nella massima serie italiana. I bianconeri hanno giocato una partita disastrosa, senza nerbo. I giocatori sono sembrati spaesati e piuttosto nervosi. Di Maria si è fatto cacciare prima della fine della prima frazione di gara, per un gesto di stizza nei confronti dell’ex granata Izzo. La squadra bianconera sta attraversando una grave crisi di risultati e soprattutto di gioco. In Champions si trova a zero punti in classifica dopo 180′ e in campionato, dopo sette giornate, è a sette punti dalle capoliste Napoli ed Atalanta e a quattro e a due dal Milan e dall’Inter. Nel campionato è solo la prima sconfitta, ma ha totalizzato solo due vittorie e ben quattro pareggi su sette partite disputate, senza incontrare una squadra che oggi è nei primi cinque posti della classifica. La società non sembra intenzionata a sollevare dall’incarico il mister Allegri, ma la situazione in casa Juventus è molto complicata.

Inter piccolissima ad Udine

Terza sconfitta in campionato per l’Inter di Simone Inzaghi. Dopo a Roma contro la Lazio, a San Siro nel derby contro il Milan, i nerazzurri hanno perso anche ad Udine, contro la squadra di Sottil. Come successo contro le squadre di Sarri e Pioli, l’Inter si è fatta rimontare e ha perso la partita. La sconfitta comincia a fare crescere un po’ di malumore nei tifosi nerazzurri, che stavolta hanno gradito poco le sostituzioni alla mezz’ora di Mkhitaryan e Bastoni per Gagliardini e Di Marco, per via delle ammonizioni ricevute al 13′ e 21′. Ampi meriti però vanno alla squadra di Sottil che nella realtà non può considerarsi così tanto una sorpresa, visto alcuni elementi che possiede in organico. Giocatori come Udogie, Pereyra, Delofeu, Beto, potrebbero essere sicuramente titolari in nostre squadre, anche di prima fascia.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

L’Atalanta ha un rendimento da top team e si scopre arcigna in difesa

C'è tanto di Gian Piero Gasperini in questa seconda...

Red Bull e budget cap: tanto tuonò che alla fine (non) piovve

"Tanto rumore per nulla", recitava una nota opera di...

Stankovic alla Sampdoria, il serbo è l’erede di Giampaolo

È atteso nelle prossime ore l'annuncio ufficiale di Dejan...

Siviglia vs Borussia Dortmund – pronostico e possibili formazioni

Il Siviglia cercherà di ottenere la sua prima vittoria...