Napoli-Inter 1-3, Lukaku risponde a Ronaldo

L’Inter torna a vincere a Napoli dopo ben 23 anni grazie ad una straordinaria doppietta di Lukaku, che risponde alla tripletta pomeridiana di Ronaldo e tiene Conte in testa insieme con Sarri. Una grande prova di forza che ci dà la conferma che l’Inter lotterà con la Juventus fino alla fine.

Il Napoli si vede nei primi 10’ minuti iniziali su un colpo di testa di Milik che si perde poco alto e su una ripartenza conclusa in malo modo da Insigne che si era ritrovato a tu per tu con Handanovic. L’Inter dopo i due brividi prende in mano la partita e la indirizza subito al 14’ grazie a Lukaku: il belga parte in contropiede grazie allo svarione di Di Lorenzo, si invola verso la porta senza trovare l’opposizione di Hysaj e batte Meret con un sinistro chirurgico. Il Napoli è in bambola e Meret salva i suoi su due occasioni colossali di Lautaro e Vecino. Al 33’ c’è il secondo regalo dei partenopei: Lukaku scaglia un tiro a 111 km/h sul quale Meret non trattiene vedendosi scivolare il pallone in porta.

Sembrerebbe una gara chiusa ma al 39’ il Napoli trova il primo guizzo della partita con una grandissima azione corale che porta al tap in Milik su assist di Callejon. Il San Paolo diventa una bolgia e gli azzurri si divorano il pareggio con il solito Milik che di testa non riesce però ad indirizzare la sfera verso la porta.

Il Napoli nella ripresa alza il baricentro ed aumenta il pressing. Il giro palla è veloce, costringendo l’Inter ad abbassarsi. Insigne si rende pericoloso con un diagonale che però termina di poco a lato. L’Inter si chiude dietro, ma alla prima ripartenza vera punisce: cross di Vecino, Manolas va in scivolata ma stoppa la palla per Lautaro che non deve fare altro che appoggiare in rete per il 3-1 definitivo. Il Napoli è anche sfortunato con la traversa su punizione di Insigne e la parata di Handanovic su Zielinski. Finisce 1-3, Conte agguanta Sarri in testa alla classifica con 45 punti.

Napoli-Inter 1-3

14′ e 33′ Lukaku (I), 39′ Milik (N), 62′ Lautaro (I)

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj (81′ Lozano), Di Lorenzo, Manolas, Mario Rui; Allan, Fabian Ruiz (84′ Llorente), Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. Allenatore: Gattuso

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini (56′ Barella), Brozovic, Vecino (73′ Sensi), Biraghi; Lautaro, Lukaku (88′ Borja Valero). Allenatore: Conte
   
Ammoniti: Candreva (I), Barella (I), Esposito (I), Conte (all. I), Sensi (I), Skriniar (I)

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.