By Nascarking - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=38582044

Dopo il rinvio di ieri per via della pioggia, la Daytona 500, prova d’apertura della NASCAR Cup 2020, è potuta finalmente entrare nel vivo . Denny Hamlin ha vinto la “Great American Race” per la seconda volta consecutiva, dopo il trionfo dell’anno scorso. Per il 40enne nativo della Virginia è il terzo successo in carriera in questa gara, eguagliando una leggenda del calibro di Jeff Gordon. La gara ha visto anche il tremendo incidente occorso a Ryan Newman. Il pilota del team Roush Fenway è ora ricoverato all’ospedale di Halifax, in condizioni gravi. La buona notizia è che non è in pericolo di vita.

La gara inizia con una Stage 1 molto tranquilla, con diversi piloti che si mettono in coda per risparmiare carburante. Hamlin si accoda ai compagni di team del Joe Gibbs Racing, per poi rientrare ai box al termine del segmento. Avendo cambiato solo due gomme, Denny si ritrova in testa alla gara all’inizio della Stage 2, che domina dall’inizio alla fine.

Nell’ultima frazione la gara entra nel vivo. Iniziano le manovre di sorpasso, le prime azioni in ottica di togliere la scia agli avversari e di passare in vetta. Ma il vero colpo di scena è al giro 185, quando avviene il cosiddetto “Big One”. Aric Almirola spinge a muro Brad Keselowski, innescando una reazione a catena che elimina in un solo colpo molti dei candidati alla vittoria. Jimmie Johnson, Martin Truex jr e gli stessi Almirola e Keselowski sono fuori dalla partita. Bandiera rossa.

Al restart, Hamlin respinge gli attacchi di un Joey Logano molto brillante. Tuttavia, a cinque giri dalla fine una manovra azzardata di Ross Chastain provoca il secondo Big One. Logano finisce vittima di questa nuova situazione, che riporta in pista la bandiera rossa.

L’ultimo restart è in overtime. Hamlin resiste ancora agli attacchi, questa volta di Newman e di Ryan Blaney. Tuttavia, il pilota del Team Penske spinge troppo, portando Ryan a sbattere ed a ribaltarsi ad oltre 320 Km/h. L’impatto è devastante.

Newman viene estratto dalla sua Ford dopo interminabili minuti. Hamlin, nel frattempo, conquista la vittoria per soli 14 millesimi su Blaney, in un arrivo al fotofinish. Tuttavia, la victory lane di questa Daytona 500 è all’insegna della tensione: la stagione NASCAR 2020 parte con il botto.

Chris Buescher è terzo, con la second vettura del team Roush Fenway. David Ragan è quarto in quella che potrebbe essere la sua ultima gara in carriera. Kevin Harvick e Clint Bowyer completano una top five composta solo da Toyota e Ford. La prima Chevrolet è settima con Chase Elliott, vincitore della Stage 1.

E’ andata male la gara del polesitter Ricky Stenhouse jr. Il pilota del team JTG è penalizzato per aver attraversato la linea gialla durante un sorpasso, poi è spedito in testacoda da un contatto con Erik Jones. Kyle Busch, campione della Cup 2019, è costretto al ritiro per un problema al motore.

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.