NBA Finals: Thompson non basta, Toronto ad un passo dall’anello

I canadesi partono male, finiscono sotto di 12 punti, ma nel 3° quarto reagiscono e ribaltano la partita e la serie. Raptors ad un passo dall’anello

NBA Finals

KLAY THOMPSON

GOLDEN STATE WARRIORS-TORONTO RAPTORS (92-105, 3-1 per i Raptors): I Toronto Raptors vincono in rimonta Gara 4 alla Oracle Arena, e sono ora ad un passo dall’anello NBA. Non bastano a Golden State i rientri di Kevon Looney e Klay Thompson, in una serata no per Stephen Curry

I Warriors partono meglio, allungando nel 1° quarto (23-17), con il solo Kawhi Leonard (14 punti nel periodo iniziale) che tiene a galla i Raptors. I canadesi riducono lo svantaggio nel 2° quarto (25-23), e vanno al riposo sotto di 4 punti

E’ nel 3° quarto, solitamente terreno preferito dei Warriors, che Toronto ribalta la partita. I Raptors pareggiano i conti, e per tutto il resto del periodo le due squadre si equivalgono. Ma negli ultimi 3 minuti Toronto dilaga, chiudendo 37-21 il periodo (con un Kawhi Leonard sontuoso, da 17 punti in 12 minuti)

I padroni di casa non hanno la forza per reagire, nonostante i 10 punti in 12 minuti di Stephen Curry. L’ultimo periodo si conclude 26-25 per gli ospiti, che espugnano per la seconda volta in queste Finals l’Oracle Arena, il fortino dei Warriors

In Gara 5 si tornerà a Toronto, con la concreta possibilità per i Raptors di chiudere la serie sul 4-1, nonostante partissero in netto svantaggio nei pronostici contro i 3 volte campioni NBA. A Golden State non bastano i rientri di Kevon Looney e Klay Thompson. Solo un miracolo (di nome Kevin Durant) potrà riaprire la serie

Nonostante i problemi fisici, Kawhi Leonard è l’MVP di Gara 4. L’ex Spurs mette a referto una doppia doppia da 36 punti e 12 rimbalzi (11/22 dal campo, 5/9 da 3, e 9/9 dalla lunetta). Decisivo anche Serge Ibaka, autore di 19 punti, molti dei quali nel 3° quarto che ribalta la partita

Warriors sconfitti tra le mura amiche nonostante i 55 punti complessivi degli Splash Brothers (28 punti per il rientrante Thompson, 27 per Curry). Ne la doppia doppia di Draymond Green (10 punti e 12 assist), finora il migliore e più continuo dei suoi in queste Finals

Golden State è ora con le spalle al muro. Sotto per 3-1, e con Gara 5 da giocare in Canada, con molti giocatori acciaccati. Solo un rientro di Kevin Durant può riaprire una serie che sta sempre di più prendendo la via per Toronto

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.