Doppia doppia del greco, e i Warriors cadono in casa

Giannis espugna il Chase Center. Houston vince ad Atlanta contro gli Hawks di Trae Young. Successi per Nuggets, Raptors e Heat. Cadono i Celtics

Eastern Conference

ERIC PASCHALL E GIANNIS ANTETOKOUNMPO

I Milwaukee Bucks riprendono la loro marcia ad est, e contro i Golden State Warriors ottengono la 33esima vittoria stagionale (107-98). Al Chase Center il primo tempo è equilibrato, con le due franchigie che si marcano in partenza (19-19 il 1°quarto), mentre nel 2° quarto allungano i Bucks (28-20)

I Warriors restano incollati alla partita anche nella seconda frazione di gioco, con i due quarti finali che terminano 33-34 e 26-26, ma alla fine la spuntano i Bucks. Giannis Antetokounmpo mette a referto l’ennesima doppia doppia stagionale. Contro Golden State il greco segna 30 punti, conditi da 13 rimbalzi

I Toronto Raptors vedono vicino il baratro della sconfitta, ma alla fine allo Spectrum Center sono loro a portare a casa la vittoria contro Charlotte (112-110). Serve però un tempo supplementare ai canadesi per prevalere sugli Hornets, dopo che all’allungo dei Raptors nel secondo parziale (31-24) fa da contraltare un secondo tempo tutto di marca Hornets (26-22 e 19-18 il 3° e il 4° quarto)

All’overtime la spuntano i canadesi (12-10) che con la vittoria numero 25 agganciano in classifica i Boston Celtics al terzo posto ad est. Serge Ibaka e Terrence Davis fotocopiano le loro prestazioni (23 punti e 11 rimbalzi per entrambi) facendo dimenticare ai tifosi canadesi l’assenza di Pascal Siakam

I Miami Heat continuano a sorprendere ad est. Contro i Pacers, ad Indianapolis, la franchigia della Florida infila la seconda vittoria consecutiva (122-108), la 27esima in questa regular season, mantenendo il secondo posto dietro gli irraggiungibili Milwaukee Bucks

Heat che regolano i Pacers già nel primo tempo (31-23 il 1° quarto, 31-26 il 2°) con Butler (14) e Adebayo (13) in doppia cifra già nei primi 24 minuti. Il sigillo sul match arriva nel terzo quarto, quando Miami domina Indiana (38-23, con Duncan Robinson che ne piazza 11) chiudendo il match in anticipo e rendendo inutile il 36-22 finale dei padroni di casa (10 punti in 9 minuti per Sabonis)

Ben 7 giocatori su 8 scesi in campo contro Indiana vanno in doppia cifra (Adebayo, Butler, Duncan Robinson, Nunn, Derrick Jones, Dragic e Tyler Herro) con il solo Meyers Leonard che si ferma a 6 punti. Dall’altro lato del campo Domantas Sabonis salva la faccia, realizzando 27 punti e 14 rimbalzi

Vincono ad est anche gli Orlando Magic. L’altra franchigia della Florida sfrutta il fattore campo e all’Anway Center schianta i Washington Wizards (123-89) con 29 punti di Nikola Vucevic

Western Conference

TRAE YOUNG E JAMES HARDEN

Prezioso successo esterno per i Houston Rockets, che alla Philips Arena di Atlanta, mandano ko gli Hawks (122-115). Terzo successo di fila per i texani, terzi ad una lunghezza dai Nuggets e a cinque dal primato dei Lakers

Rockets che dominano la partita fin dalle prime battute (45-29, con Harden che ne segna 22 in 12 minuti, e Capela 10 in 8 minuti) limitandosi a controllare la reazione dei padroni di casa nei due quarti a cavallo dell’intervallo (33-32 il 2° quarto, 23-22 il 3° quarto). Nel finale gli Hawks si riavvicinano (30-23) ma la vittoria è ormai nelle mani di Harden e compagni

Harden che contro Atlanta realizza la miglior prestazione della stagione (41 punti, 10 assist e 10 rimbalzi). Bene anche Clint Capela, ancora in doppia doppia (22 punti e 22 rimbalzi). Trae Young non riesce a trascinare Atlanta al successo, ma seppur sconfitto, il play mette a referto una tripla doppia da 42 punti, 10 assist e 13 rimbalzi

Non si fermano ad ovest nemmeno i Denver Nuggets. I ragazzi del Colorado espugnano l’American Airlines Center di Dallas, mandando ko di misura Doncic e i Mavericks (107-106). Secondo successo consecutivo per i Nuggets, che con 26 vittorie in stagione restano attaccati al treno delle avversarie dei Lakers

Dallas si porta avanti nel primo quarto (32-27) ma già nel secondo parziale i Nuggets accorciano le distanze (29-27). Se il terzo quarto è combattuto ed equilibrato (30-30) nel finale Denver “strappa” e vince la partita (21-17). Nikola Jokic piazza 33 punti contro Dallas. Texani che perdono la 14esima partita in stagione nonostante la doppia doppia di Luka Doncic (27 punti e 10 assist)

Successi ad ovest per San Antonio Spurs, Utah Jazz e New Orleans Pelicans. I texani piegano Boston (129-114) in una partita dai nervi tesissimi (Kemba Walker espulso per la prima volta in carriera, mentre un “tifoso” lancia una lattina di birra contro la panchina degli Spurs)

Utah continua a sorprendere, e contro i New York Knicks (128-104) infila la 25esima vittoria in stagione, mentre i Pelicans battono i Chicago Bulls (123-108) tra le mura amiche dello Smoothie King Center

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.