Primo successo stagionale per i vicecampioni NBA

Golden State vince a New Orleans, togliendo lo zero dalla tabella delle vittorie stagionali. I Nuggets espugnano il Golden 1 Center e restano imbattuti

Western Conference

DAMION LEE

Dopo un inizio di stagione deficitario, i Golden State Warriors trovano la prima vittoria della regular season, battendo 134-123 i New Orleans Pelicans allo Smoothie King Center. Bastano 24 minuti ai vicecampioni NBA per rompere l’equilibrio del match. Dopo un primo parziale di studio (23-27), nel secondo i Warriors allungano sui Pelicans grazie ad un parziale da 32-45

Il resto della partita è sotto il pieno controllo dei ragazzi della Baia. Stephen Curry mette a segno 26 punti, ma il protagonista della vittoria è Damion Lee, autore di una doppia doppia da 23 punti e 11 rimbalzi

Continua la marcia trionfale dei Denver Nuggets, che al Golden 1 Center di Sacramento battono i Kings (94-101), infilando la terza vittoria su tre in questo inizio di stagione. Partono meglio i padroni di casa, che vanno al riposo sul +6. Nella ripresa però i Nuggets dilagano, prima con un terzo quarto da 30-17, poi difendendo il vantaggio nel periodo finale

Richaun Holmes prende sulle spalle la propria franchigia, mettendo a referto 24 punti e 13 rimbalzi. Ma Denver gioca meglio, tanto da mandare ben 4 giocatori (Plumlee, Jamal Murray, Harris e Barton) in doppia cifra, mentre Jokic si ferma a 9 punti e 13 rimbalzi

Vittoria interna per i Los Angeles Clippers, che allo Staple Center si sbarazzano facilmente dei Charlotte Hornets (111-96). Se nel primo tempo Zeller e compagni reggono il confronto con i californiani, terzo quarto i Clippers allungano grazie ad un parziale da 29-20

Nonostante Zeller (14 punti e 13 rimbalzi) e Devonte Graham (14 punti e 12 assist) vadano in doppia doppia, sono i Clippers a prevalere, con un Leonard da 30 punti, supportato dai 23 punti di Williams, dai 19 di Harrel e dai 16 di Shamet

Il derby d’alta classifica tra San Antonio Spurs e Portland Trail Blazers finisce con un successo dei texani (113-110). All’AT&T Center partono meglio gli ospiti, che dominano il primo quarto (33-19). Gli Spurs accorciano le distanze nel secondo (26-18), e al rientro dagli spogliatoi ribaltano la partita grazie ad un terzo quarto da 37-20

Nel finale i texani difendono il vantaggio, portando a casa la vittoria numero 3 in stagione. Mentre Aldridge si prende una serata di relativa tranquillità (15 punti), DeMar DeRozan (27 punti) e Derric White (21 punti) trascinano gli Speroni al successo contro la coppia Lillard-McCollum (55 punti in due)

Successo di misura per gli Utah Jazz, che vanno ad espugnare 96-95 la Talking Stick Resort Arena di Phoenix. Match combattuto, con i Jazz che allungano nel primo quarto (21-28) e i Suns che rispondo nel terzo (31-24). Nel finale a spuntarla sono i ragazzi dello stato dei Mormoni

Donovan Mitchell segna 25 punti, ma il protagonista del match è Bojan Bogdanovic (29 punti). Bene anche Rudy Gobert (15 punti e 18 rimbalzi), mentre Phoenix, priva della stella DeAndre Ayton, può consolarsi con i 21 punti di Devin Booker

Eastern Conference

JOEL EMBIID

Non si ferma la cavalcata dei Philadelphia 76ers, che dopo i successi su Celtics e Pistons, mette ko anche gli Atlanta Hawks (105-103). Vittoria non semplice per la franchigia della Pennsylvania, che parte male nel primo quarto (40-31), ed è costretta a rimontare nel secondo (32-25)

Al rientro dall’intervallo il match si fa più tattico, e solo nel finale i Sixers riescono ad avere la meglio degli Hawks. Trae Young, dopo gli oltre 70 punti messi a segno nelle prime due partite, si ferma a 25, mentre dall’altra parte del campo straborda il rientrante Joel Embiid, autore di una doppia doppia da 36 punti e 13 rimbalzi

Rialzano la testa i Milwaukee Bucks, che dopo il ko interno con i Miami Heat non subiscono contraccolpi, e vanno a vincere al Fiserv Forum contro i Cleveland Cavaliers (129-112). Match più equilibrato del previsto, con Cleveland che tiene ben il campo, costringendo i Bucks agli straordinari

Giannis Antetokounmpo viene limitato a “soli” 14 punti e 10 rimbalzi, ma i Bucks non sono solo il greco. Milwaukee manda infatti ben 6 giocatori in doppia cifra (Middleton, Lopez, Matthews, Bledsoe, Connaughton e Hill) dimostrando la profondità del proprio roster

Buon inizio di stagione anche per i Toronto Raptors, che in casa contro gli Orlando Magic colgono il terzo successo di questa regular season (104-95). I canadesi partono meglio (31-22), mentre la franchigia della Florida non ha la forza di rimontare il gap subito. Lowry e Siakam segnano 50 punti complessivi, mentre Marc Gasol va in doppia doppia (10 punti e 10 rimbalzi)

Succesi ad est anche per i Detroit Piston e per i New York Knicks. I primi battono di misura gli Indiana Pacers (96-94) grazie ad una doppia doppia di Andre Drummond (18 punti e 18 rimbalzi). I secondi superano al Madison Square Garden i Chicago Bulls (105-98) grazie agli scatenati R.J Barrett (19 punti e 15 rimbalzi) e Bobby Portis (28 punti e 11 rimbalzi)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.