Ritorno con doppia doppia per l'MVP delle scorse NBA Finals

I Clippers battono a fatica i Portland Trail Blazers grazie al ritorno in grande stile di Kawhi Leonard. Miami, trascinata da Jimmy Butler, batte i Suns

Western Conference

KAWHI LEONARD E C.J MCCOLLUM

Ritorno in grande stile per Kawhi Leonard. Dopo le polemiche per la sua assenza contro i Milwaukee Bucks, l’MVP delle scorse NBA Finals è protagonista nel successo (in rimonta) dei suoi Clippers contro i Portland Trail Blazers (107-101)

I padroni di casa si aggiudicano i primi due quarti (26-22 il primo, 21-18 il secondo) andando al riposo sopra di 7 punti. Ma al rientro dagli spogliatoi, i Clippers semplicemente non scendono in campo. Portland si prende così il terzo periodo 36-23 grazie ai 14 punti di C.J McColum e ai 10 di Hassan Whiteside

Nel finale però, ecco il ritorno dei Clippers. I losangelini vincono il quarto quarto 37-25, anche se sarebbe più corretto dire che è Kawhi Leonard (18 punti nei 12 minuti finali) a ribaltare la partita. MVP del match è quindi l’ex Spurs e Raptors, autore di una doppia doppia da 27 punti e 13 rimbalzi, mentre il migliore di Portland è Whiteside (17 punti e 19 rimbalzi)

Vittoria netta quella dei San Antonio Spurs sugli Oklahoma City Thunder (121-112). Nel primo tempo il match è equilibrato, tanto che le due franchigie vanno al riposo in perfetta parità. Ma a rompere questo equilibrio ci pensa LaMarcus Aldridge, che segna 10 punti e consente agli Spurs di prendersi il terzo quarto per 36-27

Manca la reazione dei Thunder nel finale, e così il match finisce nelle mani dei padroni di casa. LaMarcus Aldridge è il migliore dei suoi (39 punti), ma è ben supportato da Dejounte Murray (17 punti e 10 assist). Oklahoma si affida invece al giovane Gilgeous Alexander (21 punti) e a Danilo Gallinari (27 punti). Chris Paul si ferma a quota 19

Eastern Conference

JIMMY BUTLER

I Miami Heat continuano a sorprende in questo inizio di stagione. La franchigia della Florida espugna la Talking Stick Resort Arena di Phoenix (108-124), salendo a quota sei vittorie su otto incontri disputati

Dopo un primo quarto giocato alla pari, gli Heat allungano nel secondo (33-27) e vanno all’intervallo lungo sul +7. Phoenix prova a recuperare, ma nel terzo periodo gli Heat difendono il vantaggio, che nel finale lievita, complice un parziale da 31-22 con protagonista Goran Dragic (10 punti)

Se Phoenix può contare sulla coppia Baynes-Booker (45 punti in due), Miami può sorridere per aver ritrovato il talento di Jimmy Butler (34 punti), unito a quello di Goran Dragic (25 punti). Bene anche Edrice “Bam” Adebayo (15 punti e 10 rimbalzi)

Ritorno a casa positivo per Kemba Walker. L’ex playmaker di Charlotte, ora in forze ai Boston Celtics, è protagonista nel successo dei biancoverdi allo Spectrum Center (87-108). Boston mette le cose in chiaro sin dal primo quarto (30-20), dominato grazie ai 14 punti di Gordon Hayward

Charlotte regge nel secondo periodo, ma dopo l’intervallo lungo sono ancora i Celtics a dilagare. Boston si prende anche il terzo quarto (33-24) e lo fa con il prezioso contributo proprio di Kemba Walker (11 punti). Nel finale c’è spazio per le riserve (con Javonte Green che sfrutta l’occasione e segna 10 punti), ma il match di fatto si conclude con la fine del terzo periodo

Nonostante una buona prestazione (14 punti), l’MVP del match non è Kemba Walker, ma il compagno Gordon Hayward (20 punti e 10 rimbalzi). Buona prova anche per Jayson Tatum, mentre Charlotte può consolarsi con la doppia doppia di Miles Bridges (18 punti e 10 rimbalzi)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.