Rondale Moore

Da cestista a giocatore di football, Rondale Moore si è rivelato uno dei wide receivers migliori nel college football, soprattutto nella stagione 2018. Il rapido ricevitore dei Purdue Boilermakers si è guadagnato un posto tra i migliori ricevitori selezionabili al draft 2021. Tuttavia, c’è la possibilità che il suo nome sia chiamato piuttosto tardi, nel caso in cui le franchigie di NFL dovessero dare un peso maggiore all’aspetto degli inortuni.

Chi è Rondale Moore?

Rondale Moore cresce insieme a Romeo Langford, ora giocatore dei Boston Celtics. Entrambi giocano nella squadra di basket della New Albany High School, dove formano una delle coppie di guardie migliori della nazione. Dopo il secondo anno, però, Moore si trasferisce alla Trinity High School e comincia la propria carriera nel football. Negli ultimi anni di liceo, si impone come uno dei migliori wide receivers in circolazione e riceve la valutazione di quattro stelle. Per lui arrivano offerte da college del calibro di Alabama e Ohio State, ma Moore sceglie di accettare l’offerta della Purdue University, diventando il primo profilo a quattro stelle a scegliere Purdue dopo molti anni.

Durante il suo anno da matricola, Moore fa valere le sue four stars e, al termine della stagione, riceve il Paul Hornung Award, come giocatore più versatile nel college football e la nomina di Freshman of the Year da CBS Sports, oltre a diverse nomine come All-American. Nelle due stagioni successive, il wide receiver dei Boilermakers è colpito da parecchi brutti infortuni, che potrebbero far ritardare la sua chiamata al draft 2021.

Sarà chiamato già nel primo giro?

Rondale Moore vive la sua stagione migliore, con i Purdue Boilermakers, nel 2018. In quell’anno riesce a raggiungere quota 1.258 receiving yard, in 114 ricezioni, e segna 12 touchdown. Nei due anni successivi, complici anche i pesanti infortuni, le sue statistiche scendono drasticamente. Al termine del secondo anno, totalizza 387 yard e 2 touchdown, mentre, nell’ultimo, 270 yard e nessun touchdown su ricezione.

Nonostante la sua suscettibilità agli infortuni, Moore vanta ottime qualità. È un giocatore molto rapido, agile e particolarmente difficile da marcare, in particolare per la facilità con cui cambia direzione. I difensori fanno molta fatica a prenderlo in tackle e a riagguantarlo sullo scatto in campo aperto. Oltre a essere un buon ricevitore, Moore si è rivelato un abile kickoff e punt returner, una qualità che diverse franchigie potrebbero prendere in considerazione.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20