Dionte Brown

Una grande forza fisica e una stazza impressionante sono due delle qualità che potrebbero far guadagnare punti preziosi a Deonte Brown. Il numero 65 degli Alabama Crimson Tide si presenta al draft 2021 come una delle offensive guard da tenere d’occhio. Brown, soprattutto nel 2020, è emerso all’interno di una linea d’attacco ricca di talenti e si è ritagliato un ruolo da protagonista nella cavalcata verso il titolo nazionale.

Chi è Deonte Brown?

Già dai tempi del liceo, l’arma vincente di Deonte Brown è la sua stazza. Il ragazzo originario di Decatur, in Alabama, è alto 190 cm e pesa 154 chili. Nel 2016, è valutato come la 7a migliore guardia della classe e ESPN lo inserisce nella sua top 300, al 126° posto. Dai college del paese arrivano diverse offerte, ma, quando a Brown si presenta l’occasione di proseguire la carriera alla University of Alabama, lui non ci pensa due volte.

Brown raggiunge i Crimson Tide nel 2016, ma non scende in campo durante la prima stagione. Colleziona le prime presenze con la squadra nel 2017, quando fa parte dello special team. Nel 2018, inizia a giocare sulla linea d’attacco e diventa titolare poco prima della fine della stagione. A causa di una violazione delle regole della squadra, Brown riceve una sospensione che lo costringe a saltare gli ultimi due match del 2018 e i primi quattro del 2019. Terminata la squalifica, Brown torna in campo in posizione di guardia titolare e mantiene il suo ruolo anche nel 2020. In una squadra ricca di giocatori di talento, l’offensive guard di Decatur si ritaglia un ruolo da grande protagonista e il suo nome entra a far parte del first-team All-SEC.

Una guardia imbattibile

Deonte Brown si presenta al draft 2021 come una delle guardie più intriganti, ma con qualche dettaglio da limare. In carriera, il numero 65 dei Crimson Tide non ha mai concesso un sack e questo grazie a una stazza che lo rende praticamente insuperabile. Il suo fisico di 1,90 m x 165 kg fa si che sia estremamente difficile da spostare nei blocchi. A questo, Brown unisce un’ottima tecnica di base e un buon lavoro con i piedi, che gli consente di muoversi molto agilmente, per un giocatore del suo peso. Due aspetti su cui deve ancora lavorare per avere un grande impatto anche in NFL sono l’equilibrio e la resistenza.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20