Keith Taylor

Oltre a poter contare sul prezioso contributo di Elijah Molden, Washington ha potuto fare affidamento su un altro ottimo cornerback. Keith Taylor non sarà stato al centro dei riflettori come il suo collega, ma si è dimostrato un eccellente defensive back. Il giocatore originario della California è passato un po’ in secondo piano durante la stagione 2020, ma grazie al suo rendimento nel Senior Bowl ha alzato le sue valutazioni in vista del draft.

Chi è Keith Taylor?

Keith Taylor ci mette poco tempo ad attirare l’attenzione dei college. Riceve la valutazione di quattro stelle e si classifica come 27° miglior giocatore nello stato della California. In un primo momento, gioca per la squadra della St. John Bosco, per poi trasferirsi alla Servite High School per il suo anno da Senior. A causa del trasferimento, è costretto a saltare gran parte della stagione di football e ne approfitta per migliorare dal punto di vista della velocità. Il suo talento è ben presto riconosciuto da Washington, che nel 2015 gli propone un’offerta e lui la accetta subito. A questa, seguono proposte da Oregon, Arizona State e California, ma Taylor rimane deciso a unirsi agli Huskies.

Entra al college nel 2017, l’anno in cui Washington vede partire Kevin King e Sidney Jones, e ha subito l’occasione di scendere in campo. In tutte e cinque le partite giocate quell’anno, riesce a mettere a segno almeno un tackle e acquisisce la fama di tackler provetto. Nelle stagioni successive, la sua crescita continua e Taylor continua a mettere in mostra tutta la sua abilità nei tackles e nel deviare i lanci dei quarterback avversari. Durante l’ultima stagione, gioca solamente quattro gare e, al termine del campionato, si dichiara eleggibile per il draft 2021. Riceve anche un invito per il Reese’s Senior Bowl, che gli da l’occasione di mettersi in mostra ancora una volta e attirare le attenzioni di diverse franchigie.

Numeri alla mano

Durante i quattro anni in cui milita negli Huskies, Keith Taylor si distingue soprattutto per la sua bravura nei tackles. Ne piazza 8 nel 2017, 15 nel 2018 e sale a quota 59 nel 2019, stagione in cui registra anche 5 passaggi deviati. Nelle quattro partite disputate nel 2020, mette a segno ancora 9 tackles e 1 passaggio deviato.

Nonostante debba migliorare nelle man coverages, Taylor si presenta al draft come un cornerback molto aggressivo e istintivo. Non si tira indietro quando si tratta di entrare in tackle sui wide receivers avversari, che difficilmente riescono a seminarlo, vista la sua impressionante accelerazione.

Leggi anche: NFL – I prospetti del draft 2021: Elijah Molden.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20