Il Super Wild Card Weekend si chiude con Bears-Saints e Browns-Steelers. Nella prima partita, è New Orleans ad avere la meglio e avanzare al turno successivo. Gli uomini di Sean Payton vincono contro Chicago con il risultato di 9-21 e si preparano ad affrontare i Buccaneers. Nell’altro match, interamente targato AFC North, Cleveland batte Pittsburgh per 48-37 e si aggiudica l’accesso al Divisional Playoff. Per i Browns è la prima vittoria, in un match di post season, dal 1994.

Browns: qual’è stata l’ultima vittoria ai playoff?

Sono i playoff 1994 e i Browns, qualificatisi al quarto slot della AFC, si preparano ad affrontare i New England Patriots. La partita termina 13-20 in favore di Cleveland, che, al playoff di divisione, incontra i rivali di Pittsburgh. Gli Steelers vincono per 9-29 e interrompono la corsa al Super Bowl dei Browns.

Da allora, Cleveland centra i playoff soltanto nel 2002, dove è di nuovo Pittsburgh a eliminarla, questa volta al Wild Card Game. Quest’anno, il ritorno ai playoff dei Browns ha tutto un altro sapore. Dopo 18 anni, Cleveland riparte da una sfida contro Pittsburgh, ribaltando completamente l’esito.

Bears-Saints 9-21

New Orleans ritrova la vittoria ai playoff e Michael Thomas la via del touchdown. È il wide receiver dei Saints a mandare i suoi in vantaggio per 0-7. Poco dopo, Chicago ha una grande occasione per pareggiare. Lo schema trucco dell’attacco si chiude con il lancio, di Mitch Trubisky, diretto in end zone. Javon Wims, però, si fa scivolare la palla dalle mani e non completa la giocata. Nel secondo quarto, la difesa dei Bears regge agli attacchi avversari, ma il reparto offensivo trova solo un field gol.

Al rientro dalla pausa, New Orleans getta le basi per il passaggio del turno. Latavius Murray segna il secondo touchdown della gara, per i Saints. Negli ultimi 15 minuti, arriva anche il touchdown di Alvin Kamara, che fissa il punteggio sul 3-21. I Bears non hanno più tempo per rimontare, ma riescono ad andare a touchdown prima dello scadere. A segnare per Chicago, ci pensa Jimmy Graham.

Browns-Steelers 48-37

La gara di Pittsburgh comincia nel peggiore dei modi. Uno snap sbagliato, nei primi istanti del match, si trasforma nel primo touchdown di Cleveland. A quel punto, i Browns mettono in campo tutta la qualità del loro front five e abbattono la difesa degli Steelers. Prima segna Jarvis Landry, poi due volte Kareem Hunt e il punteggio, alla fine del primo quarto, è di 28-0 in favore degli ospiti. Nella seconda metà del primo tempo, i padroni di casa si sbloccano. Conner realizza il touchdown del 28-7, poi Hooper fa 35-7 per Cleveland. Prima della pausa, Pittsburgh trova il field gol del 35-10.

Gli uomini di Mike Tomlin rientrano in campo con uno spirito diverso. Eric Ebron e JuJu Smith-Schuster vanno a segno e riducono il passivo a 35-23. Cleveland, nell’ultimo quarto, riesce a chiudere la partita. Mette la sua firma sulla gara anche Nick Chubb, fissando il risultato sul 42-23. Gli Steelers rispondono con il touchdown di Chase Claypool, ma non riescono a completare la trasformazione da due punti. Sul 42-29, i Browns segnano altri due field gol e archiviano la vittoria. Prima della fine dell’incontro, c’è ancora spazio per il secondo touchdown di Claypool, trasformato con il tentativo da due punti. La gara termina sul 48-37, con Cleveland che passa al turno successivo.

Leggi anche:

La preview di Bears-Saints;

La preview di Browns-Steelers;

Buffalo avanza al Divisional Playoff;

NFL, playoff 2020 – Avanzano Rams e Buccaneers;

Baltimora batte Tennessee.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20