L’ultima partita della Week 10 vede uscire vincitrice Minnesota. I Vikings battono i rivali dei Bears per 19-13, proseguendo il loro momento positivo. Per la franchigia di Minneapolis è la terza vittoria consecutiva, dopo quelle nei match di conference contro gli acerrimi rivali di Green Bay e contro i Lions. Al contrario, Chicago dimostra di non riuscire a risollevarsi dal momento negativo e incassa la quarta sconfitta consecutiva, dopo quelle contro Rams, Saints e Titans.

Vikings-Bears, tutto riaperto in NFC North?

L’esito del match tra Vikings e Bears ha confermato i trend opposti delle due squadre. Da un lato, Chicago è partita molto bene, in questa stagione, con cinque vittorie e una sconfitta nelle prime sei settimane. La vittoria contro i Panthers, in Week 6, resta l’ultimo sussulto dei Bears, fino a questo punto. Da quel momento, la squadra di coach Nagy ha incassato quattro sconfitte, passando dallo score di 5-1 a 5-5.

Dall’altra parte, ci sono i Vikings. In seguito a un inizio disastroso, culminato con la pesante sconfitta contro i Falcons, Minnesota a invertito tendenza. I primi segnali positivi sono arrivati dalla sfida contro i Packers e hanno trovato conferme in quelli contro Detroit e Chicago. Al secondo posto, in NFC North, ci sono ancora i Bears, ma la franchigia di Minneapolis vanta un 3-1 nei match di divisione e può sfruttare la Week 11 a suo vantaggio. Chicago è in Bye Week e la squadra di Mike Zimmer ha l’occasione per scavalcarli in classifica, in caso di vittoria contro Dallas.

Vikings-Bears, la partita

Due ottime difese

I Bears cercano la vittoria per uscire dal loro momento negativo, mentre i Vikings per confermare il loro ottimo momento, dopo un pessimo avvio di stagione.

È Minnesota a sbloccare il risultato, nel primo quarto. Dalle 17 yards di Chicago, Cousins fa partire un lancio millimetrico, che pesca Thielen in end zone, per il vantaggio. Sul drive offensivo dei Bears, ci pensa la difesa dei Vikings a rendere la vita difficile a Foles e compagni. Chicago non riesce ad arrivare in end zone e si accontenta del field gol. Poi, in un secondo quarto a difese serrate, i Bears trovano altri tre punti e accorciano il distacco prima dell’intervallo.

A Chicago non basta il big play

Le due squadre rientrano in campo sul punteggio di 7-6. Sul kickoff, calciato dai Vikings, arriva il big play, che Chicago stava aspettando. Patterson riceve e sorprende lo special team avversario, con un ritorno di calcio da 104 yards e il touchdown, che manda i Bears in vantaggio. Minnesota non si lascia sorprendere e riapre la partita grazie a due field gol. La rimonta si concretizza, nell’ultimo quarto, grazie al secondo touchdown messo a segno da Adam Thielen.

Sul 19-13, la difesa dei Vikings si fa ancora più aggressiva e per i Bears è veramente difficile conquistare terreno. A due minuti dalla fine, sul 4&9, Foles sfiora il big play, con un lancio dalle 40 yards per Miller, sui cui il wide receiver non arriva per pochissimo. Minnesota riconquista la palla, ma non riesce a chiudere la partita. Ci pensa ancora la difesa, negli ultimi minuti, a chiudere le incursioni dell’attacco di Chicago e proteggere il vantaggio.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20