Baltimora e Pittsburgh sono riuscite, dopo tre rinvii da parte della lega, a scendere in campo e sfidarsi per la seconda volta. Il match tra Ravens e Steelers, inizialmente in programma nella serata del Thanksgiving Day, chiude una Week 12 prolungata fino al mercoledì. All’Heinz Field di Pittsburgh, vince la squadra di Mike Tomlin, con il punteggio di 14-19. I Ravens incassano, dunque, la quarta sconfitta in cinque partite, mentre gli Steelers centrano la vittoria numero 11 e conservano l’imbattibilità.

Ravens-Steelers: poca concretezza, in attacco, da parte di Pittsburgh?

Gli Steelers hanno trovato l’undicesima vittoria del 2020 e puntano a proseguire l’ottimo cammino nell’impegno di Week 13, contro Washington. Sulla carta si direbbe un impegno facile, per Pittsburgh, che avrà l’occasione di ritrovare una concretezza offensiva, che sembra essere mancata contro i Ravens. Nel primo tempo, infatti, la squadra di Tomlin ha fallito, per ben tre volte, l’occasione di andare a touchdown e incrementare il proprio vantaggio.

Ravens-Steelers 14-19

I Ravens sono a caccia di una vittoria, che risulterebbe importante per tornare in corsa per i playoff. Senza Jackson a guidare l’attacco, coach Harbaugh si affida a Robert Griffin III, in posizione di quarterback. Gli Steelers puntano a conservare l’imbattibilità e la prima posizione, nel quadro dei playoff della AFC.

Un primo quarto molto acceso

L’attacco di Baltimora sembra faticare parecchio, nel trovare varchi tra la solida difesa avversaria. Pittsburgh riconquista la palla e, a 7 minuti dall’inizio della gara, ha la prima occasione per segnare. L’attacco usa tuti e 4 i tentativi a disposizione, ma non riesce ad arrivare in end zone. Possono, dunque, tornare all’attacco i Ravens, ma, al terzo down, il Haden intercetta il lancio di Griffin e segna il touchdown che sblocca il risultato. Boswell fallisce la trasformazione e il punteggio resta di 0-6.

A due minuti, dalla fine del primo quarto, i Ravens riescono a ribaltare il risultato. Un’ottima giocata, da parte dello special team di Baltimora, permette agli ospiti di recuperare subito la palla e attaccare dalle 10 yard di Pittsburgh. Gli uomini di Harbaugh non sprecano il drive e vanno a touchdown.

Deviazioni e polemiche

Nella seconda metà del primo tempo, gli Steelers arrivano due volte in red zone, ma non riescono a trasformare i drive offensivi in touchdown. La squadra di Tomlin si affida al kicker Boswell, che segna due field gol, fissando il risultato sul 7-12. Baltimora è molto in difficoltà, ma esce dal pressing della difesa avversaria, grande a un big play del suo quarterback. Griffin, dalle 20 yard dei Ravens, si lancia in una corsa che spiazza i difensori degli Steelers e da la carica all’attacco.

A pochi istanti dal riposo, Baltimora è prossima al touchdown. Sul 3rd & goal, Griffin lancia in direzione di Luke Willson. L’ex Seahawks riceve, ma Minkah Fitzpatrick si avventa su di lui, disturbando la ricezione. Il safety di Pittsburgh salva il risultato proprio alla fine del secondo quarto, tra le proteste di un furioso John Harbaugh, che chiede un fallo sul suo tight end.

Secondo tempo: Pittsburgh gestisce il vantaggio

Le due squadre rientrano in campo sul punteggio di 7-12. Alla pausa, segue un terzo quarto in cui entrambe le franchigie restano a secco di punti. Negli ultimi 15 minuti, gli Steelers trovano il loro primo touchdown offensivo della gara e allungano il distacco. Roethlisberger, nella red zone dei Ravens, lancia in direzione di Smith-Schuster, che riceve e segna.

Baltimora risponde al touchdown. Harbaugh sostituisce Griffin con McSorley, che guida l’attacco al secondo touchdown della serata, per gli ospiti. Il neo entrato quarterback serve Marquise Brown. Il wr riceve, indisturbato, appena prima delle 50 yard e porta la palla fino alla end zone, mandando fuori tempo Fitzpatrick, ultimo giocatore rimasto in copertura. I Ravens segnano il 14-19 e tornano in partita.

Con poco più di due minuti, ancora da giocare, la palla passa all’attacco degli Steelers. Roethlisberger e compagni guadagnano terreno e fanno avanzare il cronometro, gestendo il vantaggio fino allo scadere.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20