CIN-CLE

La Week 2 si apre con la vittoria dei Browns sui Bengals per 30-35. Dopo la disastrosa sconfitta contro Baltimora, Cleveland comincia a dare segni di vita e riesce a portare a casa la prima vittoria stagionale.

Nella partita del Cleveland Stadium, si hanno dato segnali importanti Landry, Beckham, Mayfield e, soprattutto, Chubb e Hunt. I due running back dei Browns hanno formato un tandem devastante per la difesa dei Bengals, collezionando 215 yards e 4 touchdown in due.

Il primo touchdown della gara è proprio di Chubb, che chiude il drive di Mayfield con una corsa in end zone. Comincia a scaldarsi anche il quarterback di Cleveland che, dopo aver visto solo maglie Ravens su di lui in Week 1, contro i Bengals riesce gestire meglio l’attacco. Il suo deep pass per il secondo touchdown, trasformato da Beckham, è l’emblema della sua serata di grazia, macchiata solo da un intercetto nel secondo tempo.

I Bengals provano a restare sulla scia avversaria, con Burrow che, con un bel passaggio, pesca Uzomah per il touchdown. Cleveland, però, allunga ancora con Hunt e chiude il primo tempo sul 13-21.

Nel secondo tempo le corse di Chubb e Hunt si fanno ancora più difficili da fermare, per la difesa di Cincinnati. Il numero 24 si scatena subito con un rush di più di 30 yards, stoppato a poche yard dalla linea. Cleveland viene fermata sul 4 & 1, ma un fumble ai danni di Burrow, consente ai padroni di casa di riavere il possesso. Tutto facile per l’attacco di Mayfield, che si affida ancora a Chubb per prendere i 6 punti.

I Bengals cercano di restare in partita, con il touchdown di Thomas, ma quando Hunt segna la sua seconda meta, il divario si fa troppo ampio. Nell’ultimo drive della partita, Burrow trova un altro touchdown pass, questa volta per Boyd, utile soltanto alle statistiche.

“È INACCETTABILE”

Nel post partita, Joe Burrow non si mostra per nulla soddisfatto del risultato finale:

Perdere è inaccettabile per me. Penso sia la prima volta che perdo due partite di fila. Non è divertente“.

Le parole del rookie da LSU sono molto chiare. Dopo la sconfitta beffarda contro i Chargers, per il field goal sbagliato da Bullock, è arrivata la seconda sconfitta consecutiva per i Bengals. La squadra di Cincinnati non è certamente tra le più quotate per il Super Bowl, ne per raggiungere un posto ai playoff, ma la delusione del quarterback, si percepisce nettamente.

Per i Bengals ci sono sicuramente molti rimpianti per le due sconfitte subite, che sarebbero forse potute evitarsi con dei meccanismi di gioco più rodati. Cleveland, dal suo canto, ha i meriti di aver tenuto il campo per tutta la durata del match e i singoli hanno dato il loro contributo a trascinare la squadra. Anche la difesa ha fatto un buon lavoro, prendendo molti turnover e compiendo giocate chiave, come i tre sacks e il fumble sulla goal line dei Bengals.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20