nuoto sincronizzato

Tra molte difficoltà la nuova stagione del Nuoto Sincronizzato 2020/2021 sta per ricominciare, anche se ci sono molti dubbi sul quando effettivamente potrà farlo ufficialmente.Ma all’orizzonte ci sono degli obiettivi da raggiungere, come le qualificazioni per le Olimpiadi di Tokio dal 4 al 7 Marzo 2021. E inoltre ci sono i campionati Europei a Budapest dal 10 al 23 maggio 2021.Per questo non c’è tempo da perdere e bisogna farsi trovare pronte sopratutto mentalmente.

Leggi anche: Ona Carbonell: la sincronette Spagnola dal grande talento

Nuoto Sincronizzato 2020/2021: si ricomincia ad allenarsi

Ai tempi del Coronavirus, tra sicurezza e distanziamento sociale, diventa sempre più difficile anche allenarsi ma le atlete e gli staff, con l’ausilio delle società e dei loro dirigenti, proseguono a lavorare in piena sicurezza e nel rispetto delle vigenti disposizioni legislative. Prima di ogni raduno la Nazionale si sottopone al test sierologico. Poi tutte al lavoro: 6/7 ore al giorno tra preparazione atletica e acqua.

Le due città strategiche dove si radunano le ragazze per allenarsi sono due: Savona e Roma.A Roma si trova il centro federale di Pietralata, che rappresenta il quartier generale della Nazionale, e poi in corso Colombo a Savona si trova la piscina dove le ragazze si allenano.Proprio a Savona il direttore tecnico della Nazionale di nuoto sincronizzato Patrizia Giallombardo ha rilasciato delle dichiarazioni sulle sue atlete azzurre.

Nuoto Sincronizzato: Le dichiarazioni di Patrizia Giallombardo

Il direttore tecnico della Nazionale di nuoto sincronizzato Patrizia Giallombardo insieme allo staff tecnico federale sta seguendo gli allenamenti a Savona, e nei giorni scorsi ha dichiarato: “Non vediamo l’ora di tornare a gareggiare, Le qualificazioni olimpiche sono in nostro primo obiettivo.Con la prima squadra siamo tornate ad allenarci a pieno regime: tre settimane in collegiale e una a casa. Stiamo reimpostando gli esercizi che avevamo preparato lo scorso anno e che non abbiamo potuto presentare in gara. L’autore delle musiche questa volta è Antongiulio Frulio, già compositore di colonne sonore cinematografiche, collega del nostro Michele Braga”.

“Dopo il lockdown continua Giallombardo durante il quale siamo riamaste in contatto, abbiamo ripreso ad allenarci in piscina a giugno e luglio tra Savona e Roma e all’inizio di agosto abbiamo finalmente potuto gareggiare, grazie alla Federazione che ha organizzato a Savona gli assoluti estivi. A settembre siamo tornate in collegiale.Con le squadre giovanili, invece, per il momento prevediamo di avviare una serie di allenamenti via Zoom in video comunicazione senza raduni e spostamenti delle ragazze. Dovremmo iniziare tra una quindicina di giorni”.

Al collegiale in svolgimento a Savona partecipa anche Nicolò Ogliaro, ragazzo impiegato nel duo misto della Nazionale B. Tra gli agonisti in Italia ci sono già quindici ragazzi, a testimonianza della crescita del movimento. “Un dato significativo e molto importante commenta Giallombardo anche se ancora un po’ limitato da fattori culturali.Il sincronizzato è ancora visto da alcuni come uno sport prevalentemente femminile ma noi ci stiamo lavorando. L’inserimento del doppio misto ai campionati assoluti si è rivelato uno stimolo in più per i nostri ragazzi. L’intenzione è quella di introdurlo anche nelle categorie giovanili. E c’è sempre il progetto della squadra mista”. Il raduno collegiale a Savona si concluderà sabato 24 ottobre.

Nuoto Sincronizzato: chi sono le atlete della Nazionale Italiana

A Savona si stanno allenando Linda Cerruti, Costanza Ferro, Gemma Galli, Veronica Gallo, Sofia Mastroianni, Marta Murru, Nicolò Ogliari, Enrica Piccoli, Carmen Rocchino, Federica Sala, Aurora Savi, Francesca Zunino, Veronica Benedetti, Beatrice Callegari, Ambra Ciardiello, Domiziana Cavanna, Costanza Di Camillo, Francesca Deidda, Marta Iacoacci, Isotta Sportelli.

I membri dello staff sono: il direttore delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo, il tecnico responsabile dell’esercizio di squadra Roberta Farinelli, il tecnico responsabile dell’esercizio duo Yumiko Tomomatsu, i collaboratori tecnici Anastasia Ermakova e Giovanna Burlando, la fisioterapista Nadia Rocca, i preparatori atletici Greta Pagnotta, Mirco Ferrari, Natalia Titova e Valentina Rovetta, Nicole Cirillo, Davide Torreggiani, medico Gianfranco Colombo.

Mercoledì scorso Linda Cerruti ha compiuto 27 anni, dopo gli allenamenti in piscina, atleti e staff hanno festeggiato tutti insieme il compleanno di Linda.Alla singolista azzurra, che nel 2019 si è distinta con il successo nel solo alle World Series a Kazan, le medaglie d’argento nel doppio libero e tecnico alle finali di World Series a Budapest (in coppia con Costanza Ferro) e l’argento ai campionati del mondo a Gwangju negli highlight, lo staff ha organizzato un buffet con torta e pasticcini. “È una piacevole consuetudine dice il direttore tecnico azzurro. Lo facciamo per tutti i compleanni. Poi tra di loro le ragazze si scambiano regali”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20