L’ indimenticato campione di ciclismo, Marco Pantani, ha il suo monumento. Ieri pomeriggio, a Poggio Murella, nel comune di Manciano, in provincia di Grosseto, è stata inaugurata una stele denomimata Il Muro del Pirata, in onore del ciclista romagnolo.

La scelta del luogo non è casuale dal momento che Pantani vi si recava spesso ad allenarsi, oltre ad aver trascorso un periodo di riabilitazione dopo un infortunio. L’ inaugurazione del Muro è avvenuta al mattino, in concomitanza con il passaggio nel pomeriggio della tappa della Tirreno-Adriatica.

Alla cerimonia era presente anche Tonina Pantani, la mamma di Marco, che ha ricordato come il figlio amasse venire in questa zona quando voleva ricaricarsi e recuperare le energie. Inoltre ha annunciato che ad ottobre verrà orgsnozzata la Cronoscalata del Pirata, per tutti gli amatori e gli appassionati di ciclismo. Essa avrà anche uno scopo benefico, dal momento che il ricavato delle iscrizioni serviranno a finanziare le attività della fondazione che porta il suo nome, volta a promuovere il ciclismo giovane.

Il Pirata Pantani il 2 agosto 1998 conquista il Tour de France ed è leggenda

Presente anche il sindaco di Manciano, Mirco Morini, che ha parlato di una giornata storica per il territorio, tanto più che la bicicletta è un mezzo sempre più utilzzato.

Per Rcs spory ha, invece, parlato Paolo Bellino, il quale ha evidenziato che il ciclismo rappresenta una piattaforma molto importante per promuovere il territorio e il nostro paese a livello turistico.

Per Saturnia Bike, invece, è intervenuto Andrea Gurayev, il quale ha espresso grande soddisfazione per il passaggio della tappa e per il progetto del Muro del Pirata

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20