Calciomercato: i potenziali svincolati a giugno 2020.

Il calciomercato estivo si è chiuso ufficialmente il 2 settembre alle ore 22, e di certo l’operazione più significativa portata a termine sul filo di lana è stata quella che ha sancito il trasferimento di Mauro Icardi dall’Inter al Paris Saint-Germain. Nonostante ciò, soprattutto i top-club europei sono sempre attenti ai vari movimenti che si registrano nelle altre società, cominciando a programmare gli acquisti per le prossime finestre di mercato, con un occhio particolare ai giocatori che si possono mettere sotto contratto a parametro zero.

Juve, centrocampo a costo zero: Ramsey e Rabiot

E proprio quest’opzione potrebbe far segnare dei colpi importanti a partire da gennaio 2020. Infatti al momento, in attesa che arrivino (o meno) i rinnovi contrattuali, ci sono diversi calciatori anche di livello che sono in scadenza a giugno del prossimo anno e che, in base alle regole vigenti, possono essere contattati dall’inizio del nuovo anno per avviare delle vere e proprie trattative volte ad acquisirne il cartellino senza pagarlo alle squadra di appartenenza.

Innanzitutto la Premier League potenzialmente può rappresentare un ottimo trampolino di lancio per tutti i club che puntano a rinforzare gli organici ricorrendo ai migliori elementi in scadenza di contratto. Ad esempio, puntando i radar verso il Tottenham, si nota che finora c’è Christian Eriksen che non ha affatto siglato con la squadra inglese un nuovo vincolo contrattuale. Il centrocampista danese potrebbe dunque rappresentare un autentico affare a parametro zero, e pare che Inter e Juventus siano già pronte a sfidarsi a partire da gennaio. Rimanendo nella squadra di Pochettino, anche i difensori belgi Alderweireld (ex obiettivo della Roma che potrebbe tornare di moda) e Vertonghen potenzialmente possono andar via da svincolati.

Eriksen, centrocampista del Tottenham.

Il Manchester United rischia addirittura di perdere senza incassare nemmeno un centesimo il portiere David De Gea che si avvia ad essere uno dei pezzi pregiati dei prossimi calciatori disponibili a parametro zero. Tra le fila dei Red Devils anche il centrocampista Matic ha il contratto valido fino a giugno 2020, con l’Inter che si starebbe già muovendo in caso di mancato rinnovo. Sull’altra sponda di Manchester, il City potrebbe liberare il 33enne David Silva e il 34enne Fernandinho: due elementi indubbiamente maturi che, però, sono certamente in grado di portare con sé un bel bagaglio di esperienza e personalità.

Nel Chelsea, i profili in scadenza che hanno le potenzialità per catturare le attenzioni delle maggiori squadre europee sono il centrocampista brasiliano Willian, l’attaccante spagnolo Pedro e il bomber francese, nonché campione del mondo 2018, Giroud. Infine i campioni d’Europa in carica del Liverpool potrebbero lasciar partire a zero il centrocampista inglese Lallana, il difensore 28enne Matip e l’esperto mediano britannico Milner.

Giroud, attaccante del Chelsea.

Gli altri campionati, invece, vedono un Paris Saint-Germain sul punto di dire addio da svincolati all’attaccante uruguaiano Cavani (piace all’Inter) ma anche all’ex milanista Thiago Silva, e chissà che il fuoriclasse brasiliano non decida di tornare in rossonero a fine carriera.

In Spagna da gennaio 2020 si potrebbero addirittura aprire le trattative per prelevare senza pagare il prezzo del cartellino il Pallone d’Oro Modric e il compagno di squadra al Real Madrid Nacho, difensore iberico di 29 anni. E chissà se l’ex interista Banega, dopo essersi svincolato dal Siviglia, deciderà di ritentare l’avventura in Serie A. Il difensore montenegrino Savic, attualmente all’Atletico Madrid, sarebbe già un obiettivo della Juventus qualora non dovesse rinnovare l’accordo.

Serie A: i probabili colpi a parametro zero

Dopo aver fatto una sorta di «viaggio» ideale tra i maggiori campionati del Vecchio Continente, torniamo in Italia e alla Serie A per analizzare quali potrebbero essere gli affari per le varie squadre che stanno monitorando i giocatori in scadenza di contratto a giugno 2020. Innanzitutto si nota subito la presenza in lista di Giorgio Chiellini che, nonostante in questi giorni si sia dovuto fermare per un brutto infortunio, se dovesse decidere di dire addio alla Juventus per tentare una nuova esperienza dopo aver fatto incetta di trofei in bianconero, potrebbe essere un elemento di sicuro affidamento per chiunque.

Chiellini, difensore della Juventus.

Il destino di Matuidi e Cuadrado alla Juventus sembra legato a Maurizio Sarri. Il neo-tecnico della Vecchia Signora non sembra disposto a farne delle colonne portanti della sua squadra, e così se in questa stagione dovessero giocare poco, sia il centrocampista francese che l’esterno colombiano potrebbero iniziare a guardarsi intorno da gennaio. E Cuadrado piace molto all’Inter di Antonio Conte…

Da Napoli risuonano due grandi nomi sui quali, c’è da scommettere, stanno già puntando tutti: si tratta dei veterani Callejon e Mertens, due autentici fuoriclasse che hanno contribuito ai campionati d’alta classifica della squadra allenata prima da Sarri e ora da Ancelotti. Possibile che De Laurentiis si rassegni a lasciarli andar via senza colpo ferire?

Callejon e Mertens, fuoriclasse del Napoli.

Giacomo Bonaventura, se riuscirà a ritrovare la migliore condizione fisica dopo gli infortuni che l’hanno perseguitato in questi ultimi, rappresenterà certamente uno dei migliori calciatori da prelevare a parametro zero. Il Milan però per il momento non sembra così disposto a perderlo da svincolato, difatti già sarebbero in corso dei colloqui con l’entourage del centrocampista 30enne per arrivare ad un eventuale nuovo accordo. Dall’Atalanta, infine, potrebbe partire «gratis» Ilicic, che sotto la guida di Gasperini è stato uno degli artefici degli entusiasmanti obiettivi raggiunti dalla compagine bergamasca in queste ultime stagioni, qualificazione in Champions League compresa.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.