Parigi: un nervoso Djokovic

Parigi: un nervoso Djokovic batte Berrettini e trova Nadal. Non è stata una partita semplice per Novak Djokovic contro Matteo Berrettini. l’atteggiamento del serbo, che si è lasciato andare a comportamenti sopra le righe, ha sorpreso molti. Djokovic in particolare è sembrato sul punto di esplodere, vittima di un eccessivo nervosismo che lo ha accompagnato durante tutto il match

Parigi: un nervoso Djokovic batte berrettini: cosa è successo?

In avvio di partita, Djokovic è apparso vittima dell’eccessiva tensione. Una situazione anomala per un giocatore del suo calibro e soprattutto della sua esperienza che fa della freddezza il suo punto di forza. Tutto è iniziato quando, dopo un recupero fortunoso, di Berrettini, Nole ha sputato sul terreno di gioco in direzione del segno lasciato dalla pallina dell’avversario. Poco dopo, innervosito per un commento arrivato nella tribuna alle sue spalle, il serbo si è mostrato infastidito nei confronti del pubblico. Una situazione culminata nell’esultanza rabbiosa dopo la vittoria del primo set, con pugno e urlo proprio in direzione di quello spicchio dello stadio Philippe Chatrier.

Infine

Un errore sul match-point ha fatto perdere la testa a Djokovic. L’avversario di Berrettini si è lasciato andare ad una rabbia senza senso: prima ha simulato il lancio della racchetta sugli spalti con forza, e poi dopo aver urlato di tutto, ha preso a calci il tabellone.

Parigi: La partita

L’azzurro ha perso i primi due pur non sfigurando, ha quindi riaperto la sfida nel terzo grazie al tiebreak, fino a cedere nel quinto, quando Djokovic ha avuto tre match point ed ha chiuso l’incontro. Hanno pesato i ben 51 errori non forzati dell’italiano, contro appena 19 dell’avversario. Spetta a Djokovic il primo turno di battuta. Berrettini si guadagna subito un paio di palle break grazie alla risposta di rovescio, ma il n.1 si salva. E, nel quarto game, è lui a strappare il servizio al romano, salendo sul 3-1. Berrettini non gioca male e porta sempre Djokovic ai vantaggi nei propri turni. Ma non basta ed in 45′ si ritrova sotto 5-2. Tiene il servizio, ma lo stesso fa Nole ed il set termina 6-3.

Il secondo set

Equilibrato l’avvio del secondo fino al 2-2. Ma nel quinto game arriva il secondo break di Djokovic che scappa sul 3-2 con la battuta a disposizione. E poi strappa di nuovo il servizio a Berrettini, sfruttandone anche l’ennesimo errore non forzato. Con un paio di colpi che spazzolano le righe, più il sesto ace dell’incontro il 6-2 per il serbo è servito in appena 36 minuti.

terzo set

Il terzo set comincia come i primi due. Quando tocca a lui servire Djokovic è incontenibile, ma Berrettini non cede, gioca il tennis migliore dell’incontro e resta attaccato all’avversario. E così si arriva al tiebreak. Che Berrettini si aggiudica 7-5, anche grazie a due aces che portano il suo totale a nove (alla fine saranno 11). Le certezze di Djokovic si incrinano ed in apertura di quarto set compie il primo doppio fallo.

Quarto set

Sul 3-2 per il serbo, intorno alla 23, l’incontro è sospeso. Scatta il coprifuoco ed il pubblico deve uscire dallo Chatrier, anche se a malincuore. I giocatori tornano in campo dopo un quarto d’ora, col servizio a Berrettini. Prosegue l’equilibrio fino al 5 pari. Djokovic tiene ancora il servizio e poi ottiene il break che lo lancia in semifinale.

Parigi: Semifinale

Parigi: in semifinale al Roland Garros va il numero 1 del mondo, che si troverà davanti Rafa Nadal.


Open di Francia 2021: Roger Federer si ritira


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20