Il Milan soffre più del previsto, ma porta a casa i tre punti. Apre le danze Rebic in avvio, poi Kessiè raddoppia sul finire di primo tempo. Nella ripresa l’espulsione di Ibra e il gol di Gagliolo costringono i rossoneri alla sofferenza. Ma alla fine irrompe Leao, che chiude Parma-Milan con la rete del 3-1. Tre punti importanti per il Diavolo in ottica Champions, il Parma si avvicina sempre di più al baratro.

Quali scelte hanno fatto i tecnici?

Solito 4-3-3 per D’Aversa. Tra i pali c’è Sepe e davanti a lui si sistema la coppia Bani-Gagliolo. Sulle corsie esterne spazio a Conti e Pezzella. A centrocampo ci sono Kucka, Kurtic ed Hernani. Man e Gervinho si sistemano sulle fasce. La punta centrale dei crociati sarà Graziano Pellè.
Risponde Pioli con il 4-2-3-1. Ovviamente in porta c’è Gigio Donnarumma. Tomori e Kjaer sono i centrali difensivi, a destra invece c’è Kalulu. A sinistra c’è Hernandez, riconfermato nonostante la brutta prestazione contro la Sampdoria. La diga di metà campo è composta dalle geometrie di Bennacer e dalla fisicità di Kessié. Sulla trequarti giocano Rebic, Çalhanoğlu e Saelemaekers. Infine in attacco c’è Ibrahimovic.
Arbitra la sfida il direttore di gara Fabio Maresca di Napoli. Si gioca allo stadio Ennio Tardini.

Parma-Milan: sintesi

Ritmi bassi in avvio, ma i rossoneri sbloccano la gara dopo soli sette minuti. Ottima azione corale degli ospiti, con Ibrahimovic che rifinisce e Rebic che segna. Il Parma cerca di tornare in gara, ma il Milan non lascia spazi. Al 44′ gli ospiti trovano il raddoppio: Ibrahimovic sempre nei panni di uomo assist e Kessiè che ribadisce in rete. La prima frazione si chiude sullo 0-2.
Ad inizio ripresa il Parma ha una fiammata d’orgoglio con Conti e Pellè, ma Gigio risponde presente. Ma improvvisamente la gara cambia al 60′. Ibrahimovic protesta troppo e Maresca decide di mandarlo negli spogliatoi. Il Parma prende coraggio e pochi minuti dopo trova il gol della speranza con Gagliolo. Gli ultimi venti minuti di gara vedono un Parma a trazione anteriore cercare il pareggio, ma il Milan regge e segna anche il gol dell’1-3 con Leao allo scadere.

Considerazioni su Parma-Milan

Il Parma gioca una gara coraggiosa e cerca in tutti i modi di trovare la rete del pareggio. Tuttavia la solita fragilità difensiva ha rovinato i piani degli uomini di D’Aversa. Oltre al reparto arretrato anche l’attacco si dimostra ancora una volta spuntato. Quello che è evidente è la difficoltà dei crociati ad entrare in area di rigore. Il Parma ha tenuto molto la palla, ma una volta arrivato negli ultimi sedici metri non sapeva mai come gestirla.
Il Milan controlla la gara fino all’espulsione di Ibra, poi però accusa il colpo e rischia la beffa. I rossoneri nei primi 45′ minuti avevano giocato una gara attenta e diligente, senza mai soffrire. Un deciso passo avanti rispetto alla scialba prestazione fornita contro la Sampdoria. C’è da sottolineare come questa squadra abbia dimostrato di saper soffrire con l’uomo in meno.

Inter-Cagliari: probabili formazioni e dove vederla

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20