Parma e Verona si affronteranno domenica 4 ottobre alle ore 15:00. Un testacoda che nasconde molte insidie; da una parte Liverani vuole alzare la testa dopo le prime due sconfitte stagionali, contro Napoli e Bologna; Juric invece vuole consolidare la propria posizione in classifica con la terza vittoria consecutiva. Di seguito riportiamo le parole dei tecnici in vista del match del Tardini.

Fabio Liverani


L’ex tecnico del Lecce fà una riflessione sul match contro il Verona: “Sicuramente mancando due giorni la squadra mi è sembrata più attenta e meno distratta. C’è concentrazione, questo stato d’animo ha portato dispendio a livello mentale, sono felice che tra 48 ore finisca, martedì riprenderemo il gruppo a Collecchio. Credo che l’essere tosto sia un aspetto mentale, non deve mancare mai questo in una squadra. Siamo stati toccati nell’orgoglio, queste sue sconfitte ci porteranno a fare una partita che ci dia un pochino di convinzione e anche qualche punto in classifica.

Chi scenderà in campo? Liverani ha le idee chiare: “Cornelius e Inglese hanno dato disponibilità, anche se non hanno i novanta minuti. È un segnale. Credo che per costruire un’identità ci voglia del tempo, abbiamo avuto difficoltà che avevamo messo in preventivo. Abbiamo un progetto a lungo termine, credo che gli investimenti siano stati importanti, questa squadra avrà grandi margini di miglioramento. Affrontiamo una squadra che ha sei punti, noi dobbiamo fare la nostra partita, dobbiamo avere più soluzioni nel giocare

Ivan Juric

L’allenatore è critico sul mercato: Abbiamo dieci titolari, posso fare pochi cambi e in certi ruoli non ne posso fare. Mi aspettavo di meglio dal mercato, anche se è stato difficile per tutti. Non sono deluso. Sono realista, finora è stato un mercato molto difficile perché abbiamo perso tanti giocatori e ne dovevamo prenderne altrettanti. 

Un parere su chi scenderà in campo e sugli indisponobili: Veloso ha un problema e non ci sarà, Dawidowicz non riesce a stare bene e mi dispiace. Abbiamo preso Salcedo. Dietro siamo in tre, abbiamo qualche soluzione in più davanti. Lazovic sto pensando se farlo giocare da subito o a partita in corso . Devo decidere se iniziare con Dimarco, che sta facendo bene, o viceversa. In attacco gioca Favilli. Ha segnato con l’Udinese, anche se penso sia molto indietro. Deve crescere tanto, ma si è allenato bene.”

Leggi anche: Parma-Verona, probabili formazioni e dove vederla

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20