Perugia e Pordenone si sfidano nel match valevole per la 32esima giornata del campionato di Serie B.

Padroni di casa che confidano nel capocannoniere Iemmello per restare attaccati alla zona play-off. Ospiti invece che sono la grande sorpresa della stagione e sono lì a contendersi l’ultimo posto rimasto con il Crotone e lo Spezia per la promozione diretta nella massima serie del campionato italiano. I ragazzi di Tesser hanno la possibilità di compiere un’impresa e passare dalla C alla A in soli due anni.

PRIMO TEMPO

La partita si sblocca subito al minuto 2: Tremolada viene imbucato in area da Pobega, il fantasista crossa perfettamente sul secondo palo per Mazzocco che sovrastra il difensore del Perugia e insacca la palla del vantaggio. Un’azione tecnicamente perfetta del Pordenone che sblocca così la gara dopo due minuti costringendo i ragazzi di Cosmi a scoprirsi e sbilanciarsi.

Perugia che però trova il gol del pareggio subito, dopo soli 4 minuti: al minuto 6 Falzerano palla al piede converge verso il centro e lascia partire un sinistro preciso ed imprendibile dal limite dell’area che non lascia scampo al portiere. Bellissima azione personale di Falzerano che riporta in partita i suoi e ristabilisce la parità.

Sembra averne di più il Perugia che prende il dominio del campo. I ragazzi di Cosmi mettono sotto pressione il Pordenone che appare un pò affaticato. Perugia che a livello fisico sembra averne di più; le seconde palle sono tutte dei ragazzi di Cosmi che sfiorano molte il vantaggio.

L’occasione più nitida arriva al minuto 32: Nicolussi Caviglia viene servito perfettamente in area ma il suo destro si stampa sulla traversa. Il portiere avversario mai ci sarebbe arrivato. Occasione colossale sprecata dal Perugia che subisce la rete inaspettata del Pordenone al minuto 39.

De Agostini trova in area di rigore Ciurria che con un’ottima girata di sinistro batte il portiere e incredibilmente porta il Pordenone in vantaggio.

Prima frazione di gioco che si chiude con non pochi rimpianti per il Perugia. Bravo il Pordenone a sfruttare al meglio le poche occasioni avute.

SECONDO TEMPO

La ripresa vede un avvio ottimo del Perugia che mette sotto pressione la difesa del Pordenone. I ragazzi di Tesser però rimangono sempre ordinati in difesa e anzi cercano di sfruttare ogni possibile buco per partire in contropiede.

Perugia che complice una forma fisica non perfetta cala il ritmo della sua pressione favorendo il giropalla del Pordenone. Partita spezzettata che vive di continui falli a centrocampo e tanti problemi muscolari. I cartellini estratti nella ripresa sono circa 6 tra cui un rosso al minuto 88 per Falzerano che si rivolge in maniera non molto educata nei confronti del direttore di gara.

Perugia che conclude la partita in 10 provando fino alla fine a trovare il pareggio. Alla fine il Pordenone ne esce vincitore e si porta a soli tre punti dal Crotone secondo scavalcando lo Spezia e allungando sul Frosinone. I play-off sono diventati l’obiettivo minimo per i ragazzi di Tesser che puntano alla promozione diretta.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20