Dopo quattro mesi la Salernitana torna a vincere in trasferta espugnando l’Adriatico di Pescara dopo una prestazione a tratti molto convincente.

Buon primo tempo dei granata che nascondono la palla al Pescara, rischiando qualcosa soltanto nel finale. Nella ripresa la Salernitana concretizza la sua superiorità con la doppietta di Djuric che sembra chiudere il match. Ma gli abruzzesi la riaprono con Maniero e cercano di pareggiarla ma gli uomini di Ventura resistono portando a casa una vittoria che vale l’aggancio alla zona playoff.

La Partita:

Visto le tante assenze, Ventura preferisce cambiare modulo passando al 4-2-3-1 con Micai in porta, Cicerelli nell’inedito ruolo di terzino sinistro, Lopez a destra, mentre Jarozinsky e Migliorini sono i centrali. In mediana, agiscono Akpa Akpro e Dzcizek, mentre in avanti Lombardi, Djuric e Maistro sostengono l’unica punta Gondo.

Il Pescara risponde con il 4-3-2-1: Fiorillo in porta, Zappa, Drudi, Scognamiglio e Masciangelo in difesa. A centrocampo, Busellato, Palmiero e Memushay. In avanti, Galano e Machin dietro l’unica punta Maniero.

All’8′, durissimo scontro tra Busellato e Cicerelli con il pescarese che oltre ad essere ammonito, è costretto a lasciare il campo in barella. Al suo posto entra Kastanos. All’11’, secondo giallo per il Pescara, questa volta a carico di Memushay per via di un intervento duro ai danni di Cicerelli. Al 20′, Djuric fa da sponda a Maistro che calcia impegnando Fiorillo. Un minuto dopo, anche Cicerelli lascia il campo, sostituito da Kalombo. Al 29′, Gondo sfiora il palo con un bel diagonale. Al 30′, ammonito Jarozinsky che stende Kastanos. Al 36′, Lombardi a botta sicura viene murato da Kastanos. Nei minuti finali del primo tempo, si sveglia il Pescara con Palmiero e Maniero sui quali vigila Micai.

Ripresa subito di marca granata. Al 46′, Gondo anticipa tutti di testa sfiorando la traversa. Al 47′, Lombardi saggia ancora una volta i riflessi di Fiorillo. Al 51, però,il portiere abruzzese si deve arrendere a Djuric che risolve una serie di rimpalli in area di rigore. Il Pescara prova a reagire ma, tre minuti più tardi, l’attaccante bosniaco si ripete con un tap-in vincente. Drudi provs a suonare la carica per i suoi ma Micai è attento. Zauri inserisce Bocic per Palmiero. Al 63′, Maniero la riapre sfruttando un incertezza della difesa granata. Un minuto dopo ammonito Gondo per proteste.Ora la partita è apertissima. Al 77′, Micai è prodigioso due volte su Micai, mentre su capovolgimento di fronte, Machin salva su Gondo. Al 75, Galano sbaglia un rigore in movimento. Al 77′, Ventura inserisce Giannetti per Gondo. I padroni di casa premono alla ricerca del pari, ma sono i campani a sfiorare il tris legittimando una vittoria meritata.

Il Tabellino:

PESCARA(4-3-2-1): Fiorillo, Zappa, Drudi, Scognamiglio Masciangelo, Busellato (8’pt Kastanos), Palmiero(57’st Bocic), Memushay, Fakano(86’st Borrelli), Machin, Maniero. A disposizione: Kastrati, Farelli, Del Grosso, Bruno, Bettella, Di Grazia, Crecco, Borrelli, Melengoni, Kastanos, Bocic. All. Luciano Zauri

SALERNITANA (4-2-3-1): Micai, Lopez, Migliorini, Jarozinsky, Lombardi, Akpa Akpro, Dzczcik, Maistro, Cicerelki(21’pt Kalombo), Gondo(77’st Giannetti), Djuric. A disposizione: Vannucchi, Billong, Odjer, Jallow, Kalombo, Morrone, Pinto, Novella, Giannetti. All. Giampiero Ventura

Arbitro: Daniele Minelli(Varese(

Marcatori: 51’st, 54’st Djuric(S), 63’st Maniero(P)

Angoli: 3-2

Ammoniti: Memushay, Busellato, Jarozinsky, Gondo

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.